Al via la XVII edizione di VicenzaDanza

logoÈ giunta alla XVII edizione la stagione di Danza del Teatro Comunale di Vicenza. La programmazione, realizzata in collaborazione con Arteven, prevede sette spettacoli, tre in doppia data, più lo spettacolo dei Momix – in anteprima mondiale – in quattro date, e i tre spettacoli della rassegna sperimentale Luoghi del Contemporaneo–Danza, in scena al Ridotto. Si tratta di proposte artistiche molto originali, con presenze di grande prestigio, in cui il filo conduttore è rappresentato dalla rivisitazione dei grandi classici del balletto in chiave moderna e da un preciso orientamento alle nuove tendenze della danza contemporanea. È un panorama orientato ai nuovi indirizzi che caratterizzano le diverse culture coreutiche europee e americane (soprattutto USA e Brasile), quello che viene proposto al pubblico, nel segno di un’eccellenza del palcoscenico di danza che ormai da parecchie stagioni contraddistingue la realtà vicentina del Teatro Comunale. La programmazione è arricchita da momenti dedicati al pubblico, gli Incontri con la Danza, (tutti alle ore 20.00 nel Foyer; per gli spettacoli del pomeriggio un’ora prima dell’inizio) appuntamenti con giornalisti, critici, studiosi per avvicinare gli spettatori alla conoscenza dei diversi generi, luoghi e stili dell’arte coreutica. Prosegue anche il Progetto Supporter Danza che prevede, prima degli spettacoli in cartellone, una breve esibizione di giovani promesse della danza segnalate da critici ed esperti, pochi minuti di intense emozioni, per offrire al pubblico la possibilità di vedere rappresentate nuove tendenze e ai nuovi interpreti di farsi conoscere al pubblico. Anche per la nuova stagione è prevista la rassegna di danza per le scuole Danzare per Educare che prevede tre spettacoli mattutini in programma da gennaio ad aprile 2013; la rassegna di danza junior è realizzata dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven, promossa e sostenuta dall’Assessorato all’istruzione e ai giovani del Comune di Vicenza, diretta e coordinata da Daniela Rossettini.

Ma ecco il programma: la rassegna prenderà avvio venerdì 9 e sabato 10 novembre, alle 20.45 con “Viento de Tango”, il pensiero triste che si balla; il tango sarà proposto nella raffinata versione di Miguel Angel Zotto vera star del tango mondiale, eletto in Argentina uno dei tre migliori ballerini del secolo; a Vicenza si presenterà con il Sexteto Tipico Viento de Tango, una formazione di musicisti di estrazione classica che presenterà un repertorio di tanghi, milonghe e vals creoli, in arrangiamenti storici dei grandi del passato ed in nuove versioni.
Sabato 10 novembre si potrà assistere ad un interessante dopo-spettacolo, con il Foyer del Teatro trasformato in milonga e la prosecuzione del tango con gli interpreti del palcoscenico e gli spettatori che vorranno unirsi. Entrambe le serate saranno introdotte dall’Incontro con la Danza (ore 20.00) con Paola Bruna, giornalista, critico di danza e balletto per “Il Gazzettino”.

Nel 2013 la stagione ripartirà con l’anteprima mondiale del nuovissimo spettacolo dei Momix “Alchemy” in programma venerdì 25, sabato 26 (doppio spettacolo alle 17.00 e 20.45) e domenica 27 gennaio 2013 (alle 20.45).L’inesauribile Moses Pendleton presenterà proprio a Vicenza l’ultima creazione per i magnifici Momix, costruita sull’arte dell’alchimia e sull’alchimia dell’arte, in uno spettacolo multimediale pieno di fantasia, di ironia, di bellezza, di mistero.
Tutti gli appuntamenti con i Momix saranno preceduti dall’Incontro con la Danza curato da Nicoletta Martelletto, giornalista de “Il Giornale di Vicenza”, responsabile delle pagine cultura della testata.

Giovedì 21 febbraio alle 20.45 la rassegna proporrà un ritorno, graditissimo e acclamato per il pubblico del Comunale, quello della Compagnie Käfig – Centre Chorégraphique National de Créteil et du Val-de-Marne, che si presenta a Vicenza per il terzo anno con lo spettacolo “Käfig Brasil”, un’esclusiva regionale. Mourad Merzouki, direttore artistico, coreografo e anima della Compagnia, presenterà una versione raffinata e animatissima dell’hip-hop; in scena 11 danzatori brasiliani di eccezionale virtuosismo, strappati alla vita nelle favelas, impegnati in un progetto creativo in cui coreografi brasiliani e francesi creano moduli di 15 minuti che si susseguono con un ritmo incalzante.

L’Incontro con la Danza che precede lo spettacolo sarà condotto da Maria Luisa Buzzi, giornalista e critico di danza, coordinatrice della redazione di “Danza&Danza” e del sito danzaedanzaweb.

Sabato 9 marzo, alle 20.45, in prima nazionale sarà la volta di un balletto classico, riletto e interpretato in chiave contemporanea: “Orfeo e Euridice”, in prima nazionale, presentato dal celebre Ballet National de Marseille, regia e coreografia di Frédéric Flamand, musica di Christoph W.Gluck nella versione di Hector Berlioz. Una delle leggende più delicate dell’antichità unita ad una magnifica partitura musicale, una messa in scena in cui la coreografia dialoga in modo “teatrale” con l’impianto scenografico.

La presentazione del balletto che precede lo spettacolo sarà realizzata nell’Incontro con la Danza curato da Remo Schiavo, memoria storica della danza vicentina, esperto e autorevole conoscitore del genere coreutico, ma anche della musica, del teatro, dell’opera.
Ancora un classico rivisitato, ancora una prima nazionale, un originalissimo “Lago dei Cigni” in scena venerdì 22 e sabato 23 marzo, alle 20.45 presentato dalla Donlon Dance Company, il balletto ufficiale della regione tedesca del Saarland. La rilettura del balletto classico per eccellenza, attuato da Marguerite Donlon, talentuosa coreografa irlandese, direttore artistico della Compagnia, punta sia sui momenti di tormento e vuoto emozionale sia su quelli di inebriante ed idilliaca gioia della celebre trama, proponendo soluzioni coreografiche innovative e molto originali. Di grande impatto il contrasto tra la partitura di Tchaikovsky ed il paesaggio sonoro creato dal duo Sam Auinger & Claas Willeke.
In entrambe le date lo spettacolo sarà preceduto dall’Incontro con la Danza di Silvia Poletti, giornalista esperta di danza, collabora con il “Corriere della Sera”, “Corriere Fiorentino“, con testate specializzate italiane e straniere “Danza&Danza”, myword.it, “Dance International”, “Dance Magazine”, autrice di saggi sui coreografi contemporanei, è tra gli autori della Storia della Danza Italiana (Torino 2011).

Sabato 13 aprile, alle 20.45, si cambierà completamente registro con la modern dance dei Balletboyz che presenteranno a Vicenza, unica data in Veneto, la loro nuova creazione “The Talent 2013”. Lo spettacolo, che debutterà a gennaio 2013 a Londra, prevede due coreografie appositamente commissionate a due coreografi, Russel Maliphant e Liam Scarlett, per i giovani ballerini della Compagnia, associata al celebre Teatro Sadler’s Wells; composta di dieci strepitosi giovani talenti, è considerata una delle interpreti più innovative nel panorama della modern dance internazionale. Convinti sostenitori di una danza per tutti, i danzatori del Balletboyz sono riusciti a raggiungere un vasto pubblico grazie ai loro apprezzatissimi lavori, presentati sia nei teatri che in tv.
L’incontro con la Danza sarà condotto da Stefano Tomassini, critico e studioso di danza e di teatro musicale contemporaneo, docente a Ca’ Foscari a Venezia, collaboratore di prestigiose testate web e specializzate.

La chiusura della stagione, sabato 27 aprile, alle 20.45 proporrà infine un appuntamento davvero eccezionale, con due creazioni del celebre (soprattutto all’estero) ensemble brasiliano Grupo Corpo di Rodrigo Pederneiras, che manca dall’Italia da oltre un decennio, Parabelo” e “Sem Mim”. Lo spettacolo sarà a Vicenza, in esclusiva, nell’unica data italiana della tournée europea. Si tratta di una danza contemporanea di altissimo livello, che affonda le sue radici nelle tradizioni popolari del paese sudamericano, proponendo esibizioni virtuosistiche, accompagnate dalle musiche dei grandi musicisti brasiliani contemporanei (come Caetano Veloso).
Lo spettacolo sarà preceduto dall’Incontro con la Danza curato da Valeria Crippa, giornalista e critico di danza e teatro musicale per il “Corriere della Sera”e per “Io Donna”; autrice di testi su Nureyev e Savignano, pubblicati da Rizzoli, ha progettato e diretto il primo magazine italiano di yoga.

Come già annunciato prosegue anche la rassegna sperimentale Luoghi del Contemporaneo – Danza, negli spazi del Ridotto, dedicata alla coreografia e alla danza di ricerca dei nuovi autori, con tre performances, diverse e per genere e ispirazione, per mettere in scena interpretazioni e letture molto personali dei coreografi, spesso anche interpreti, che firmano gli spettacoli.
La prima, in programma sabato 19 gennaio 2013 alle 20.45 sarà “Calore” di Enzo Cosimi nell’ambito del Progetto Ric.ci (ricostruzione della coreografia italiana contemporanea) Anni Ottanta-Novanta, ideazione e direzione artistica di Marinella Guatterini che curerà la presentazione dello spettacolo, al Ridotto alle ore 20.00. Marinella Guatterini, critico ed esperta di danza, scrive per “Il Sole 24 Ore”, “Famiglia Cristiana”, “Ballettoggi”, è autrice di due testi fondamentali per la storia del balletto classico e della danza contemporanea, “L’ABC del Balletto” e “L’ABC della Danza”; è inoltre docente universitaria in prestigiosi atenei. ”Calore” è il primo lavoro coreografico di Enzo Cosimi, ha debuttato a Roma nel 1982 con il suo ensemble Gruppo Occhèsc. Il pezzo è costruito su un’energia vigorosa e ritmi serratissimi, nato per interpreti non-danzatori, protagonisti che comunque si riconoscono e inseriscono la loro messa in scena in una scrittura di danza.

Il secondo appuntamento sarà, martedì 26 febbraio alle 20.45, un omaggio alla grande coreografa tedesca Pina Bausch, ideato dalla critica di danza Leonetta Bentivoglio. Si tratta di “Moving with Pina”, interpretato da Cristiana Morganti danzatrice del Tanztheater di Wuppertal, che dell’assolo è autrice e interprete. Il ritratto di Pina Bausch, velato da affettuosa nostalgia, è soprattutto la rievocazione danzata, tra narrazione e brani di repertorio, del suo universo creativo, del suo metodo di lavoro, la genesi di un gesto e di uno spettacolo, i modi e i tempi e, anche, la vita dell’intera compagnia.
Il terzo e ultimo appuntamento, in programma sabato 16 marzo alle 20.45, sarà con “Progetto Motel”, originale trilogia proposta dal Gruppo Nanou; sul palcoscenico della Sala Grande, saranno in scena contemporaneamente artisti e spettatori. Il progetto porta la firma di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci, anche gli interpreti dei brani. Saranno proposti tre episodi indipendenti, quasi dei tableaux vivants minimalisti in cui la drammaturgia è l’interazione del gruppo ristretto di personaggi, immersi in un ambiente familiare, in cui elementi straordinari spostano la quotidianità delle azioni.

Saranno tutti nel 2013 i tre spettacoli della XII edizione di Danzare per Educare, dedicati ala scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado, in programma in edizione mattutina alle ore 10.00. Ecco il calendario: giovedì 17 gennaio in Sala maggiore, sarà in scena “Scarpe” da un’idea di Giorgio Rosssi; giovedì 28 febbraio 2013 nella sala del Ridotto“Nessun Dorma” opera danzata in atti, liberamente tratta dalla Turandot di G. Puccini, un progetto e una realizzazione del gruppo toscano Kinkaleri. Martedì 9 aprile ancora al Ridotto, la rassegna chiuderà con “Boxville” un omaggio ad Alwin Nikolais, uno dei capiscuola della danza del Novecento, per il centenario della sua nascita.

Info: http://www.tcvi.it/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: