Anche la Danza è solidale in Emilia

Continua la programmazione all’interno di “Scena Solidale” nelle zone terremotate, per la promozione delle attività teatrali nelle aree dal sisma e la raccolta di fondi. Fra i progetti speciali, si aggiungono nuove iniziative teatrali e serate di gala della danza, col contributo di stelle della scena italiana e internazionale, accompagnate da attività formative ed educative, appositamente pensate e realizzate per alcuni dei comuni emiliani colpiti dal sisma.
Il progetto speciale “Scena solidale. Tra teatro e danza, a bassa voce, in punta di piedi” – che vede Carpi, Cento e Mirandola tra i centri principali di questa iniziativa – è promosso dal Ministero per i Beni e le Arti Culturali, Direzione generale Spettacolo dal Vivo e dalla Regione Emilia-Romagna, con un sostegno destinato ad Ater per la danza e a Emilia Romagna Teatro Fondazione per le attività di prosa.

Carpi il progetto si articola nell’intreccio tra attività di spettacolo e di formazione, in collaborazione con Tir Danza di Modena e Danza Urbana di Bologna. Sul palcoscenico del Teatro Eden saranno presentati i lavori di alcune tra le compagnie emergenti della scena contemporanea italiana: Collettivo Cinetico con “<age>”  (26 novembre) e “No, non distruggeremo…” (21 dicembre), NNChalance/TIR Danza con “Se nn ricordo male” e “Episodio 7” (3 dicembre), Riccardo Buscarini/TIR Danza con “10 tracce per la fine del mondo” (10 dicembre), Alessandro Sciarroni_Corpoceleste con “Joseph e Cowboys” (17 dicembre), i Dewey Dell con “Grave” (20 dicembre). L’incasso delle serate sarà devoluto alle associazioni culturali giovanili carpigiane per la realizzazione di un programma di iniziative in collaborazione con le Politiche Giovanili del Comune di Carpi.

Al programma si affiancano tre laboratori dedicati agli adolescenti, i cui esiti verranno mostrati al pubblico in giornate e luoghi differenti:
– “How not to be seen”: laboratorio curato da Collettivo Cinetico, rivolto a 16 studenti delle scuole superiori tra i 15 e i 19 anni, dal 10 al 21 dicembre per un totale di 16 ore, con presentazione pubblica a Carpi il 21 dicembre in pomeridiana.
– “Electric Youth_project community”: laboratorio curato da Alessandro Sciarroni rivolto a 25 adolescenti tra i 13 e i 18 anni, dal 18 al 21 dicembre per un totale di 12 ore, con presentazione pubblica a Carpi il 22 dicembre in pomeridiana.
– Laboratorio di e su “Grave”, curato da Dewey Dell rivolto a 12 allieve delle scuole di danza dai 14 ai 19 anni, dal 17 al 20 dicembre per un totale di 16 ore. La breve coreografia sarà parte dello spettacolo in programma al Teatro Eden di Carpi il 20 dicembre in serale.

Cento, dove dal 2 novembre è montata una tensostruttura da 500 posti, andrà in scena il 2 dicembre, in orario pomeridiano, “Aterballetto Suite”: medley delle più belle coreografie della compagnia reggiana, tra le quali “Certe notti”, “Almost Blue” e “Cantata”.
Il 7 dicembre sarà la volta di una giornata completamente dedicata ai ragazzi e alle famiglie guidata dalla compagnia Sosta Palmizi di Giorgio Rossi. La matinée sarà dedicata a Scarpe, irresistibile fantasia di numeri di danza, acrobatici e circensi. In serata lo spettacolo sarà replicato per tutto il pubblico.
Il 13 dicembre la Compagnia RBR presenterà in anteprima assoluta il suo nuovo spettacolo ”Giulietta e Romeo, l’amore continua”.

Mirandola, dove è già operante una tensostruttura che ospita spettacoli di musica e prosa, sono in programma eventi d’eccezione. Grande attesa per l’inaugurazione del 3 dicembre con una Serata di Gala della danza italiana, Sulle punte per Mirandola, in cui si esibiranno Primi ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro di San Carlo di Napoli, MaggioDanza di Firenze, FND/Aterballetto e la ballerina Anbeta Toromani. Il Gala vedrà la partecipazione di Roberto Bolle, Étoile del Teatro alla Scala e Principal dancer dell’American Ballet Theatre; madrina della serata l’Étoile Elisabetta Terabust. Gli artisti si esibiranno in un programma di passi a due dal grande repertorio classico e moderno.
L’11 dicembre sarà la volta di un Galà dedicato alla tradizione accademica russa: le stelle del Balletto dell’Opera di Kiev si esibiranno in un raffinato programma, Suite dalla Bella addormentata, che del capolavoro di Petipa su musica di Čajkovskij presenta gli estratti più celebri.
Il 18 dicembre toccherà invece alla Compagnia Abbondanza/Bertoni con lo storico, pluripremiato spettacolo Romanzo d’infanzia, dedicato ai ragazzi e alle scuole della città. Nel pomeriggio i coreografi Michele Abbondanza ed Antonella Bertoni daranno vita ad un workshop/incontro di due ore con circa 30 ragazzi delle scuole elementari di Mirandola.
Il 20 dicembre sarà la compagnia Botega a concludere il programma con il collaudatissimo Paracasoscia, entusiasmante spettacolo che mixa le musiche della tradizione operistica italiana (Verdi, Rossini, Bellini, Donizetti) con i ritmi e l’energia dell’hip hop. Per il pubblico dei più giovani il coreografo Enzo Celli, leader dei Botega, terrà anche una masterclass di un giorno, coinvolgendo le principali associazioni e scuole di danza di Mirandola e dintorni.

Info:

Carpi: tel. 059.650571, email: carpi.eden@creaweb.it

Cento: tel. 051.6858901, email: biglietteria@fondazioneteatroborgatti.it

Mirandola: tel. 320.9380791, e-mail: t_nuovo_mirandola@libero.it


Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: