Monthly Archives: February 2013

Le stelle del New York City Ballet omaggiano George Balanchine

Un duplice grande evento, nato dalla collaborazione tra Fondazione Musica per Roma e Daniele Cipriani Enterteinment, vedrà omaggiare il grande George Balanchine – scomparso 30 anni fa – dalle stelle del New York City Ballet – istituzione nata grazie al

Le stelle del New York City Ballet omaggiano George Balanchine

Un duplice grande evento, nato dalla collaborazione tra Fondazione Musica per Roma e Daniele Cipriani Enterteinment, vedrà omaggiare il grande George Balanchine – scomparso 30 anni fa – dalle stelle del New York City Ballet – istituzione nata grazie al

Eleonora Abbagnato, un omaggio (confuso) al talento

La bella Eleonora Abbagnato giunge per la prima volta a Padova con un Gala dai tratti un po’ confusi. Nonostante Massimiliano Siccardi ricrei un fondale video che ci proietta in un teatro di tradizione, la scelta del Gran Teatro GEOX

Eleonora Abbagnato, un omaggio (confuso) al talento

La bella Eleonora Abbagnato giunge per la prima volta a Padova con un Gala dai tratti un po’ confusi. Nonostante Massimiliano Siccardi ricrei un fondale video che ci proietta in un teatro di tradizione, la scelta del Gran Teatro GEOX

Danza&Danza: un premio al talento tra onori e speranze

In questi giorni di bufere, incertezze e discussioni, vedere sulla scena la crema del talento, le nuove proposte, i giovani appassionati, fa sperare in un mondo di faticosa riconoscenza. Il Premio Danza&Danza, dopo 15 anni, continua a scovare talenti e

Danza&Danza: un premio al talento tra onori e speranze

In questi giorni di bufere, incertezze e discussioni, vedere sulla scena la crema del talento, le nuove proposte, i giovani appassionati, fa sperare in un mondo di faticosa riconoscenza. Il Premio Danza&Danza, dopo 15 anni, continua a scovare talenti e

Cristiana Morganti danza la lezione di Pina

Cristiana Morganti dal 1993 è danzatrice solista del Tanztheater Wuppertal, dove lavora a tutt’oggi. Accanto all’impegno costante nella compagnia di Pina Bausch, Cristiana Morganti ha lavorato anche con Susanne Linke, Urs Dietrich, Joachim Schlömer, Felix Ruckert e nella compagnia di

Cristiana Morganti danza la lezione di Pina

Cristiana Morganti dal 1993 è danzatrice solista del Tanztheater Wuppertal, dove lavora a tutt’oggi. Accanto all’impegno costante nella compagnia di Pina Bausch, Cristiana Morganti ha lavorato anche con Susanne Linke, Urs Dietrich, Joachim Schlömer, Felix Ruckert e nella compagnia di

Grande attesa per il contest coreografico SHORT TIME II ideato da Francesco Ventriglia

Short Time II è la seconda edizione di un contest italiano che offre a giovani coreografi di talento l’occasione di eseguire le proprie creazioni dinnanzi a critici che daranno loro l’opportunità di creare uno spettacolo per le stagioni di balletto di

Grande attesa per il contest coreografico SHORT TIME II ideato da Francesco Ventriglia

Short Time II è la seconda edizione di un contest italiano che offre a giovani coreografi di talento l’occasione di eseguire le proprie creazioni dinnanzi a critici che daranno loro l’opportunità di creare uno spettacolo per le stagioni di balletto di

La fisicità di Moveo tra mimo e teatro-danza

Incontrare l’altro-da-sé può essere un’esperienza traumatica o emozionante, ma è nell’ironia che la fisicità – di per sé un ingombro e un possibile ostacolo – trova canali comunicativi stimolanti. Perché nel gioco dei corpi emergono i sintomi di una umanità

La fisicità di Moveo tra mimo e teatro-danza

Incontrare l’altro-da-sé può essere un’esperienza traumatica o emozionante, ma è nell’ironia che la fisicità – di per sé un ingombro e un possibile ostacolo – trova canali comunicativi stimolanti. Perché nel gioco dei corpi emergono i sintomi di una umanità

La bellezza dolce e oscura di Notre-Dame

Vedere Roberto Bolle ingobbito e deforme tra  gitani vestiti Yves Saint-Laurent e saper tuttavia rendere l’ottusa oscurità medievale è frutto solo della maestria coreografica di Roland Petit. Accade in Notre-Dame de Paris, la sua prima creazione per l’Opéra di Parigi

La bellezza dolce e oscura di Notre-Dame

Vedere Roberto Bolle ingobbito e deforme tra  gitani vestiti Yves Saint-Laurent e saper tuttavia rendere l’ottusa oscurità medievale è frutto solo della maestria coreografica di Roland Petit. Accade in Notre-Dame de Paris, la sua prima creazione per l’Opéra di Parigi