Danza italiana al Verdi di Pisa

teatroverdi_pisaContinua la Rassegna di Danza 2013, firmata dal responsabile artistico Silvano Patacca, al Teatro Verdi di Pisa con gli ultimi appuntamenti  tutti italiani.

Il 13 aprile la Compagnia Zappalà Danza, una fra le più versatili compagnie contemporanee italiane, propone A. SEMU TUTTI DEVOTI TUTTI? 3° tappa del progetto re-mapping Sicily. La creazione di Roberto Zappalà parte dal culto di Sant’Agata – patrona di Catania – per proporre uno sguardo molteplice e una riflessione laica sul sentimento religioso popolare, indagando sui rapporti tra spiritualità e devozione, suggerendo analogie tra fanatismo religioso ed esaltazione calcistica, indicando la soglia oltre la quale la devozione si fa violenza.

Il 20 aprile una prima nazionale: MADAMA BUTTERFLY’S SON, un’ideazione di Walter Matteini e Ina Broeckx per la compagnia in residenza al Teatro di Pisa, Imperfect Dancers Company, ispirata all’eroina pucciniana. Così scrive lo stesso Walter Matteini: « Il viaggio che vi propongo attraverso l’Opera di Puccini ha l’obiettivo di raccontarne l’umanità nascosta. Mi sono preoccupato quindi di rifuggire da ogni approccio intellettualistico e approdare ad una esplorazione delle più intime ragioni. Una sorta di gioco alla confessione dove raccontarci verità celate. Un’immersione che trae linfa dalla musica, dalla storia e la vita, e che ad essa ritorna. La forza di una donna che ha vissuto ed è morta con onore e consapevolezza.»

Il 5 maggio vengono presentati i lavori dei 4 vincitori di Serata eXpLo – legata al network nazionale Anticorpi XL – selezionati da Silvia Poletti, nota critica di danza, e circa 80 votanti, tra studenti del Corso di Laurea Magistrale in Storia e forme delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi media (SAVS) dell’Università di Pisa, allievi dei laboratori di secondo livello di Fare Teatro del Verdi di Pisa e pubblico invitato a partecipare a una serata insieme alle scuole di danza pisane. Al conteggio dei voti si sono aggiunti anche i like cliccati su ogni video sull’evento facebook “I like dance” creato sulla pagina del profilo Fondazione Teatro Verdi di Pisa.
I quattro vincitori sono la compagnia pugliese QuaLiBò di Maristella Tanzi e Carlo Quartararo con N-Esimo Progetto Fallimentare, la compagnia marchigiana 7-8 Chili di Davide Calvaresi con Replay, l’emiliano Nicola Galli con O|Proiezione dell’architettura ossea, e il piemontese Daniele Ninarello con Non(leg)azioni.

La rassegna termina l’11 maggio con un’altra prima nazionale, LA LEGGENDA DI COLAPESCE della compagnia pisana Movimentoinactor Teatrodanza, per la regia e coreografia di Flavia Bucciero, preceduta da un progetto didattico rivolto alle scuole per condurre i ragazzi a visione attiva dello spettacolo. La storia di Colapesce è una leggenda tramandata da materiali orali e scritti di origine siciliana, napoletana e spagnola. Lo spettacolo si ambienta sotto il fondo del mare dove Colapesce si aggira alla scoperta di sentimenti ed emozioni sconosciuti. I ritmi della tarantella e della tradizione musicale mediterranea, che accompagnano il suo percorso di conoscenza, sono interpretati dal vivo da Antonello Paliotti Quartet.

 

Info: http://www.teatrodipisa.pi.it/danza/367-il-cartellone

Advertisements

2 comments

  1. GP

    Reblogged this on misentopop.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: