Giovani stelle in prova

Nove campioni del Ballet de l’Opéra de Paris giungono a Padova in anteprima nazionale. Ancora una volta grandi nomi, grandi aspettative. Un pubblico ovviamente di super appassionati comprendente quasi un migliaio di giovani aspiranti ballerine, molti insegnanti, e qualche genitore curioso di sbirciare nel fatato mondo che ha rapito i sogni dei loro fanciulli.

Lo spettacolo va forse leggermente rivisto in modo da offrire un cigno in meno e un Balanchine in più, anche se in realtà il programma originale prevedeva un estratto di In the middle somewhat elevated di Forsythe. A tratti si è avuta la sensazione di una serata di prova, non solo per qualche presa non riuscita, discese non controllate, una nota saltata, ma anche per qualche scarpa da sala o un ciuffo non ben fissato. A nessun insegnante è sfuggita la tensione e l’inesperienza di qualche ruolo, o semplicemente il paragone con i grandi interpreti rendeva difficile il confronto.

Il titolo Gran Galà di Stelle ha forse ingannato le aspettative di qualcuno. I nove danzatori rappresentavano in realtà l’emblematica gerarchia dell’Opéra: étoiles – Isabelle Ciaravola e Ludmila Pagliero – premiers danseurs – Audric Bezard e Alessio Carbone – sujets – Charline Giezendanner, Laura Hecquet e Marc Moreau – e coryphées – i giovanissimi Marion Barbeau e Axel Ibot (che sostituiva le quadrille Antonin Monié). E proprio Ibot ha mietuto applausi per i suoi piedi, le sue batterie, il delicato controllo nel passo a due, rendendo quasi meglio del superiore – altissimo, bellissimo, ma non in formissima – Bezard. Poca delicatezza invece nella Barbeau che forse non ha ancora maturato il personaggio di Giselle, mentre è apparsa stanca e irrigidita la Giezendanner, che molti ricorderanno interpretare la giovane e delicata Swanilda nel video Coppélia della scuola di danza dell’Opéra. Pulito e mai eccessivo il “nostro” Alessio Carbone che abbiamo ampliamente ammirato nel suo assolo di battaglia, Arepo di Béjart, e a fianco delle due étoiles ospiti: con Ludmila Pagliero speculare interprete di Tre Preludi, e con l’intensa Isabelle Ciaravola in Arlésienne.

A parte questa diffusa sensazione di prova generale, i giovani interpreti sono ugualmente riusciti a far sognare gli altrettanto giovani spettatori, dando un’immagine complessiva di insieme mai eccessivo, il continuo controllo delle gambe mai esagerate, un forte lavoro dei piedi, il delicatissimo e calibrato uso delle braccia, una generale sintonia e musicalità, una forte tecnica che ha comunque permesso loro di affrontare il grande repertorio.

Programma della serata:

PRIMA PARTE
TRE PRELUDI coreografia Stevenson | musica Rachmaninov
con Ludmila Pagliero e Alessio Carbone
LAGO DEI CIGNI (cigno bianco) coreografia Petipa | musica Tchaikovsky
con Laura Hecquet e Audric Bézard
LA SILFIDE coreografia Bournonville | musica Schneitzhoeffer
con Marion Barbeau e Axel Ibot
MORTE DEL CIGNO coreografia Fokine | musica Saint-Saëns
con Isabelle Ciaravola
SCARLATTI PAS DE DEUX coreografia Martinez | musica Scarlatti
con Charline Giezendanner e Marc Moreau
AREPO coreografia Béjart | musica Le Bars
con Alessio Carbone

SECONDA PARTE
THAÏS coreografia Saiz | musica Massenet
con Charline Giezendanner e Marc Moreau
CORSARO coroegrafia Perrot | musica Adam
con Laura Hecquet e Audric Bézard
ADAGIETTO coreografia Araiz | musica Malher
con Marion Barbeau e Axel Ibot
ARLÉSIENNE coreografia Petit | musica Bizet
con Isabelle Ciaravola e Alessio Carbone

FINALE
ETUDES – musica Carl Czerny

Gran Galà di Stelle dell’Opéra di Parigi, visto al Gran Teatro Geox di Padova il 06/10/2013

Advertisements

2 comments

  1. L’ha ribloggato su Immagini Inscenae ha commentato:

    Add your thoughts here… (optional)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: