Pim Off e la felicità della ricerca

Pim Off_Christian RizzoCosa ci serve per essere felici? Danza, teatro, musica di ricerca. È l’arte la risposta di PimOff 2013/2014 che propone anche per questa stagione un fitto cartellone di spettacoli, incontri, concerti e laboratori per riflettere insieme agli artisti, al pubblico e agli operatori su cosa rende la nostra vita speciale e degna di essere vissuta.

La sezione danza inizia il 20 ottobre con un incontro-celebrazione: il coreografo Roberto Castello festeggia i vent’anni di attività della sua compagnia ALDES. Castello, vincitore del premio UBU 2003 con il progetto pluriennale Il Migliore dei mondi possibili, produce opere di sperimentazione fra danza, arti visive e nuove tecnologie. In occasione del ventennale è stato chiamato il critico e scrittore Graziano Graziani per realizzare un documentario che ripercorra le tappe salienti della carriera del coreografo torinese e che verrà proiettato durante l’incontro.

Tra le compagnie ospiti di questa edizione sarà possibile osservare (e interagire) con La Mecedora – duo composto da Melissa Cisneros e Marta Sponzilli – in Las Idiotas (On-the-go) + Guests, performance di ricerca interdisciplinare che esplora diverse possibilità di collaborazione e format artistici generate dalla domanda: ‘Cosa ti muove?’ [27-28 ottobre].
Danae Festival presenta Christian Rizzo sakınan göze çöp batar (c’est l’oeil que tu protèges qui sera perforé) [23 novembre]; mentre Zerogrammi è in scena con Il Trattato della Lontananza ispirato all’omonimo saggio di Antonio Prete; un racconto sprovvisto di inizio e fine, una storia di attraversamenti [30 novembre, 1-2 dicembre].
Riccardo Buscarini coreografa e interpreta 10 Tracce per la fine del mondo, un discorso frammentato sulla fine e sul finire, sul cambiamento, sull’attesa di una rivelazione [25-26-27 gennaio]. Esecuzioni di partiture coreografiche in parallelo per Abbondanza/Bertoni che dalla massima lontananza possibile finiscono con il configurare finali pietà lontane [22-23-24 febbraio].
Collettivo Cinetico presenta due creazioni: XD scritture retiniche sull’oscenità dei denti, spettacolo scelto per rappresentare la danza contemporanea italiana al Fringe Festival di Edimburgo, e I x I No, non distruggeremo il PimOff, un dispositivo coreografico interattivo che permetterà al pubblico di determinare i movimenti dei performer [29-30-31 marzo].
Ultimi due spettacoli in rassegna: Com’è bella la vita di robabramata, spettacolo che parte da una riflessione sulla rabbia per parlare dei sogni [6-7 aprile], e in chiusura – in prima nazionale – Lowland di Roser López Espinosa per riportarci all’istinto animale del corpo e del movimento, allo spirito di adattamento e al desiderio di libertà [26-27-28 maggio].

L’11 novembre la rassegna ospita invece la sesta edizione del festival DreamTime – Danza Senza Limiti – una serata dedicata all’abbattimento di qualsiasi barriera tra ballerini professionisti, abili e disabili, e pubblico. Il programma è il risultato del lavoro della Direttrice Paola Banone con la Compagnia M.A.D.Time; madrina della serata Anna Maria Prina.

PimOff propone inoltre due progetti speciali: UBI danza [12 aprile] presenta Principesse a progetto, una scrittura coreografica globale che parla in modo ironico, sospeso e affettuoso delle “principesse” di tutti i giorni, donne disilluse e combattive che hanno ancora il coraggio di nuovi sogni; e Esercitazioni per principesse a progetto, un altro omaggio alla femminilità e alla sua capacità di reinventarsi anche in un contesto degradato come quello della società italiana attuale.
Il secondo progetto speciale vede un Palco Aperto di nuovi coreografi [9 dicembre coreografi lombardi / 28 aprile coreografi nazionali] votati dal pubblico. Il progetto vincitore e il coreografo sarà invitato ad usufruire di una residenza artistica di 9 giorni presso il teatro. Sono attualmente in residenza al PimOff Marcella Fanzaga che porta a termine Far from Midline ed Elisabetta Consonni con il progetto Come in cielo, così in terra, vincitore dello scorsa edizione.

E chi non è ancora felice può partecipare a masterclass con i protagonisti della stagione, incontri mensili di ricerca coreografica e laboratori finalizzati alla messa in scena di uno spettacolo.

Info:      Pim Off

Advertisements

One comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: