A Ferentillo le arti si incontrano nel nome di Limón

Ferentillo_2Dance Continuum porta la danza internazionale in Umbria, a Ferentillo, suggestivo Comune del territorio ternano racchiuso fra i monti della Valnerina, grazie all’innovativo progetto triennale “Ferentillo e le residenze d’Arte 2014-2016”, iniziativa fortemente voluta dalla docente e coreografa Cristina Caponera per promuovere occasioni di professionalizzazione attraverso delle residenze nei settori della danza,della coreografia, il videomaking e della musica dal vivo per la danza.

L’evento di presentazione del nuovo progetto triennale di residenze si terrà il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, dalle ore 20.00 presso il Mulino del Frantoio Costantini, con performance, musica dal vivo e degustazioni.
Le lezioni aperte al pubblico sabato 19 e 26 luglio con presentazioni informali del repertorio Humphrey-Limón da parte dei partecipanti al workshop.
La festa celebrativa della danza nel giardino della residenza dei Terzieri a conclusione del ciclo di residenze il 6 settembre, con performance, spettacoli, musica, che vedrà come protagonisti tutti i partecipanti ai laboratori.

La serata del 21 giugno regalerà al pubblico grande danza, suggestione ed emozioni grazie a Le Teche del Conte Hartig, coreografia di Cristina Caponera con atmosfere sonore dal vivo di Marco Melia- La performance, ispirata al Conte bolzanino Federico Harting, lepidotterologo con una grande passione per gli insetti e le farfalle in particolare, vede come prima location un antico mulino del 1600, luogo d’incontro della comunità contadina, della trasformazione dell’energia, del mistero e di leggende, dove tre danzatrici, come larve in bozzoli, sono racchiuse nei tipici fusti d’acciaio contenenti l’olio: la bellezza e la forza della natura nella potenzialità del suo divenire, il limite oltre il quale bisogna osare per crescere ed esistere. Le atmosfere sonore, create dal vivo dal musicista Marco Melia, accompagnano il pubblico in un viaggio che, dal caos di armoniose dissonanze primordiali della prima location, trova la via attraverso la musica di diversi strumenti in affinità con i suoni della natura. Il pubblico, alla luce delle fiaccole, viene dunque condotto verso la seconda location, tappa ultima di questo percorso che li conduce nel borgo di Castellombasso per la nascita delle farfalle. Qui i suoni/rumori della “metamorfosi” si armonizzano con le musiche di Frédéric Chopin e le farfalle danzatrici si rivelano in tutto il loro magico splendore prima di essere racchiuse nelle teche sospese alla parete della residenza di famiglia di Annamaria Pennacchi, ispirandosi alla scalata di Ferentillo celebre per essere fra le più importanti in Europa. Ancora, dunque, danza e territorio si coniugano in una performance altamente suggestiva che lascerà il pubblico a bocca aperta. La performance sarà a ingresso libero e durante la serata ci saranno momenti di convivialità per gustare prodotti tipici del territorio offerti dall’organizzazione.

Ferentillo_1
LIMÓN ITALIA 2014, che si svolgerà dal 14 al 19 e dal 21 al 26 luglio e ancora dal 28 agosto al 6 settembre, vedrà la partecipazione di tre leggendari Maestri protagonisti della storia della danza: Nina Watt (che terrà i seminari di luglio), Betty Jones e Fritz Ludin (che terranno il seminario di agosto/settembre). Il workshop, rivolto a danzatori professionisti e studenti con un livello di preparazione intermedio- avanzato, offrirà l’opportunità, unica in Italia, per uno studio approfondito della filosofia e della tecnica Humphrey-Limón, una delle fondamentali scuole della Modern Dance, grazie a lezioni di tecnica, repertorio, composizione e performance technique. I partecipanti potranno così entrare in contatto con il messaggio artistico e filosofico della coreografa Doris Humphrey (1895-1958) e del suo discepolo José Limón (1908-1972) attraverso l’insegnamento degli eredi diretti. Sabato 19 e 26 luglio e sabato 6 settembre, inoltre, il pubblico potrà assistere a lezioni aperte al pubblico e a presentazioni informali di repertorio Humphrey-Limón.

Le residenze per coreografi e per videomaker, che si terranno in concomitanza con LIMÓN ITALIA 2014 di luglio, avranno come tema l’Acqua e la Pietra, a confermare ulteriormente il forte legame fra questo progetto e il territorio che lo ospita, il paese di Ferentillo, tenacemente aggrappato all’impervia costa del fiume Nera. I coreografi potranno scegliere i performer fra i partecipanti al seminario intensivo di danza e, per tre ore al giorno, lavoreranno alla creazione del proprio lavoro che sarà poi presentato al pubblico il 26 luglio. Mentre i videomaker avranno come obiettivo la realizzazione di filmati che sappiano mettere in luce il rapporto simbiotico fra il movimento del performer e gli elementi naturali preponderanti in Valnerina. Grazie al contributo del compositore Marco Melia, che fra l’altro accompagnerà al pianoforte le lezioni di Nina Watt, i musicisti interessati potranno aderire al progetto come uditori, in vista della realizzazione, per il prossimo anno, di un seminario specialistico in musica di accompagnamento alla danza.

Info:      www.dancecontinuum.it

Advertisements

One comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: