Sei scarpette da punta, una questione della lingua, tre personaggi in cerca di storia: l’ultima ricetta di Emma Dante

IO NESSUNO E POLIFEMO3
Tre donne spezzate, bambole che mutuano manichini scomposti tra le loro mani, mentre le scarpette da punta irrigidiscono ancor di più il loro ligneo incedere. Una voce di donna, profonda e musicale, ritma i movimenti, le pause, i silenzi. Ed un terzo elemento femminile entra in scena, camicia bianca, pantaloni e giacca nera, giornalista ingenua, a tratti sprovveduta, ma la cui curiosa professionalità bilancia ogni dramma.

Emma Dante, nuova direttrice artistica del 67mo ciclo di spettacoli classici al Teatro Olimpico di Vicenza, inaugura la stagione con il suo Io, Nessuno e Polifemo, intervistando Ulisse (Carmine Maringola) e Polifemo (Salvatore d’Onofrio), entrando nella loro storia, nella celia millenaria, restituendo la loro versione, la visione di un eroe e di un mostro legati indissolubilmente dall’incontro che li ha riplasmati.
La cecità che va dipanata è tutta dell’intervistatrice, immersa nel buio di un fantomatico antro oscuro, dove il monocolo di Polifemo è diventato un terzo occhio che vede la storia e se ne fa amara beffa, trascinando lo spettatore in una ‘simpatica’ istintiva comprensione. C’è Ulisse, pomposo scugnizzo, Don Giovanni pop, con le sue ragioni, la sua voglia di vivere, il suo non irriso amore per Penelope.
I cliché vengono scherniti uno dopo l’altro, da quelli teatrali a quelli danteschi, amalgamati con tagliente ironia da una nuova questione della lingua che sceglie il dialetto napoletano per ovviare alla “rabbia epica”. L’Etna viene così soppiantato dal Vesuvio e l’antropofagia da una memorabile ricetta a due mani di capretto caso e ovo.
L’applauso degli attori è all’avvolgente prospettica bellezza del teatro che li ospita.

Alessandra Ferrari

“Io, Nessuno e Polifemo” di Emma Dante, visto al Teatro Olimpico di Vicenza il 19/09/2014

Link alla presentazione dello spettacolo

Advertisements

One comment

  1. Pingback: ROMAEUROPA FESTIVAL compie 30 anni! | Parole di Danza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: