Carolyn Carlson in Italia con NOW, metafora meditativa dedicata al presente

carolyn-carlsonDanzatrice, poetessa, coreografa, Carolyn Carlson porta in Italia la ‘metafora meditativa’ del suo Now, accompagnata da sette interpreti. Tre date: prima italiana venerdì 13 marzo nella Stagione di Danza della Fondazione I Teatri Reggio Emilia; seguono le recite al Teatro Alighieri di Ravenna il 15 e 16 marzo 2015 e quelle al Teatro Arcimboldi di Milano il 18 e 19 marzo 2015.

Piuttosto che in termini di coreografia, Carolyn Carlson preferisce designare la sua arte come una ‘poesia visiva’. Tutto è connesso, ogni movimento, ogni percezione si lega all’universo. «Mi sono ispirata a vari scrittori che trattano nelle loro opere del momento presente – spiega Carolyn Carlson – Ne La Poétique de l’espace, Gaston Bachelard evoca la progressione dell’intimità verso l’immensità, il modo in cui il microcosmo diventa macrocosmo. Oggi viviamo nel nostro spazio individuale ma non possiamo dimenticare che facciamo parte della Natura che fa a sua volta parte del cosmo. In Now, voglio parlare proprio di queste diverse dimensioni. Allo stesso tempo ho fatto riferimento al pensiero filosofico di Rudolf Steiner. Le sue teorie mirano a condurre gli uomini sul cammino della spiritualità, ad innalzarli verso l’alto come un albero che si estende alla ricerca del sole».

NOW de Carolyn Carlson
Carolyn Carlson non annota mai i passi delle coreografie, piuttosto disegna la scena, lo spazio. «Inoltre – racconta – collaboro con il compositore René Aubry da diversi anni. Amo la sua musica nostalgica. Per quanto riguarda le scene, le tengo piuttosto sobrie. Sono soprattutto le luci che creano lo spazio. Ho voluto usare anche proiezioni di video e fotografie in quanto calano i danzatori in una dimensione mistica».

Carolyn Carlson parte dal principio secondo cui la danza nasce e muore nello stesso momento. Si inserisce dunque sempre nel presente. «Abbiamo la possibilità di cambiare il mondo, adesso – spiega – Leonardo Di Caprio ha affermato: “Per il mio lavoro di attore devo fingere. Ma sul momento non posso fingere, devo agire”. Trovo che questa frase sia fantastica. Come una delle mie preferite citazioni del Dalai Lama: “Ci sono solo due giorni per cui non possiamo far nulla: ieri e domani. Oggi è il giorno ideale per amare, credere, fare e vivere”».
NOW de Carolyn Carlson
Coreografia: Carolyn Carlson
Assistente alla coreografia: Colette Malye
Danzatori: Constantine Baecher, Juha Marsalo, Céline Maufroid, Riccardo Meneghini, Yutaka Nakata, Sara Orselli, Sara Simeoni
Musica: René Aubry
Luci: Patrice Besombes
Scenografia: Maxime Ruiz (foto e video), Benoît Simon (fotomontaggio)
Costumi: Chrystel Zingiro
Consulenza artistica: Claire de Zorzi
Produzione: Théâtre national de Chaillot, in partnership con Carolyn Carlson Company
Coproduzione: Ballet du Nord/Centre chorégraphique national de Roubaix Nord-Pas de Calais, L’Atelier à spectacle / La scène conventionnée de l’Agglo du Pays de Dreux
con il sostegno di Crédit du Nord
Ringraziamenti: Atelier de Paris-Carolyn Carlson e Théâtres de la Cartoucherie – con il sostegno del fondo «Le Manège de Chaillot»

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: