… e la danza continua in francese a MilanOltre

complexe-des-genres-Virginie-BrunelleParla italiano e francese la 29ª edizione di MilanOltre … e la danza continua con finestre sulla Francia, Québec e Italia. Inaugura la canadese Virginie Brunelle con due spettacoli: 21/22 settembre Complexe des genres [#recensione], 23 settembre Foutrement.

MilanOltre Festival 2015 prosegue poi con la finestra Francia in Scena rappresentata dal coreografo Radhouane El Meddeb e la sua Compagnie De Soi, per raccontare – in Au Temps Où Les Arabes Dansaient… (25 settembre) l’Arabia degli anni d’oro, quella del cinema degli anni 40 ai 70.

milanooltre_2015Conclude la sezione esterofila un focus sulla Compagnie Marie Chouinard: in apertura (29/30 settembre), e in prima nazionale, un vero e proprio cult appositamente riallestito per MilanOltre a dieci anni dal primo debutto: bODY_rEMIX/gOLDBERG_vARIATIONS, lavoro per dieci ballerini che danzano utilizzando protesi, corde, imbracature, carrelli e grucce, tutti strumenti in grado allo stesso tempo di liberare, incatenare e creare il loro movimento.
Doppio programma per le due date successive: il 2 ottobre propone l’originalissimo Henri Michaux: Mouvements [#recensione] che trasforma in danza i disegni in bianco e nero del poeta e pittore Henri Michaux. Completa la serata un’attesissima nuova creazione (debutto 26 giugno 2015/Stoccarda) Soft virtuosity, still humid, on the edge, che esplora diversi schemi di tempo attraverso varie forme di deambulazione.
Il 3 e 4 ottobre chiude con il gioioso e solenne Les 24 Preludes de Chopin, unitamente a Etude n. 1, ardito esperimento di danza geometrica per una danzatrice sola.

La sezione Vetrina Italia propone invece Enzo Cosimi con Sopra di me il diluvio, Premio Danza&Danza 2014 (26 settembre) [#recensione]; Fattoria Vittadini che debutta il 28 settembre con Unravelled Heroes, un progetto coprodotto da MilanOltre con la coreografa israeliana Maya M. Carroll, dove i danzatori indagano i mutamenti delle relazioni umane in situazioni critiche – insieme al performer e compositore dublinese Roy Carroll; Compagnia Simona Bucci (1 ottobre) con il potente femmineo Enter Lady Macbeth [#intervista #recensione].

Robinson_MK_Di-StefanoDopo 2 giorni di emergenti Under35 (3/4 ottobre), chiude il festival un focus di 3 giorni sulla Compagnia MK di Michele Di Stefano: 5 ottobre il dialogo a distanza con Roberta Mosca in S U B. IV, unitamente a HEY nato dalla collaborazione con il duo Sigourney Weaver; prima nazionale e doppia replica il 6 ottobre per il riallestimento di Giuda; conclude Robinson il 7 ottobre, per cominciare ad abitare il mondo

Info:     www.milanoltre.org

Advertisements

One comment

  1. Pingback: 3 focus per i 30 anni di MilanOltre | Parole di Danza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: