La Grande Danza di Brescia

alain-platel-avant-marcheSempre prestigioso il cartellone della Fondazione Teatro Grande di Brescia che inaugura la Stagione gennaio-giugno 2016 giovedi 4 febbraio con la toccante performance ideata dal grande artista belga Jan Fabre. Attends, attends, attends… (pour mon père) traspone sulla scena un emozionante rituale d’addio di un figlio per il padre attraverso l’incredibile interpretazione del performer Cedric Charron. Un assolo intenso per forza e potenza evocativa, per poesia e capacita di catturare in ogni senso il pubblico, conducendolo in un viaggio spirituale ed emotivo. Cosi il visionario artista fiammingo riflette ancora una volta sul mistero del passaggio finale, da sempre al centro della sua ricerca.

Per gli appassionati del balletto la Stagione prosegue il 12 febbraio con il Balletto di Maribor, la principale compagnia di balletto in Slovenia, in Giselle. Il 7 marzo invece il grande regista, coreografo e drammaturgo Alain Platel propone una delle sue ultime produzioni multidisciplinari En avant, marche!, realizzata a più mani con il regista Frank Van Laecke e il compositore Steven Prengels, che ha vinto nel 2015 l’Herald Angel Award all’Edinburgh International Festival.

Israel-Galvan_La-edad-de-oroNei giorni 18 e 19 marzo andranno in scena le due nuove creazioni del progetto Dittici sulla Passione che Virgilio Sieni ha avviato nel 2015 a Brescia coinvolgendo giovani danzatori del territorio e non professionisti in un percorso di avvicinamento progressivo alla danza contemporanea e al gesto. La seconda parte di questo importante progetto formativo con il grande coreografo italiano prevede la realizzazione delle coreografie Visitazione e Ultima Cena.

Ultimo grande nome del primo semestre 2016 sarà quello di Israel Galván, protagonista il 16 aprile dello spettacolo di flamenco La edad de oro dedicato al periodo della storia del flamenco compreso tra la fine del XIX secolo fino agli anni ’30 del XX secolo. Definito “il primo interprete della danza andalusa nel mondo”, Israel Galván parte dalla più pura tradizione del baile flamenco per presentare il suo stile barocco e concettuale che ha segnato un punto di non ritorno nella storia della danza andalusa.

INFO:    www.teatrogrande.it


 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: