Danza, trait d’union performativa negli echi di Punta Dogana

Set-Up-punta-doganaPunta della Dogana come una gabbia toracica, svuotata di ogni opera, batte per due serate a ritmo di performance, danza, jazz, musica elettronica e dj set. Nella stretta finestra temporale tra un allestimento e l’altro, mentre il museo è in corso di trasformazione in vista della prossima mostra, per due serate esclusive Punta della Dogana non ospita opere d’arte, ma attività performative in collaborazione con il Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.

Set Up, evento site-specific che si è svolto venerdì 19 e sabato 20 febbraio dalle 21 all’1, radunando un pubblico eterogeneo di artisti, universitari, collezionisti, insegnanti, 800 persone per serata, dai 18 agli 80 anni, condotti dalla danza come un trait d’union itinerante da un evento all’altro. Cuore pulsante di Punta della Dogana il Cubo concepito da Tadao Ando, che si trasforma per l’occasione in uno spazio unico d’incontro e aggregazione condito da cocktail bar a cura di Santi.

Scopri l’evento su Sguardi di Danza @corriereveneto

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: