L’hip hop in un pixel di poesia

Kafig_pixel-2
Non sente i segni del tempo la 20ma Stagione Danza del Teatro Comunale di Vicenza, tra le poche realtà venete che possono vantare quasi sempre il tutto esaurito, grazie ad una tenace e avveniristica attenzione al pubblico in sala e all’artista in scena. È l’hip hop a chiudere il cartellone – giovedì 5 maggio 2016 – con la strepitosa e già nota Compagnie Käfig, la “gabbia” del francese Mourad Merzouki, direttore artistico del Centre Chorégraphique National de Créteil et du Val-de-Marne.

Non delude, ma incanta di magia, la produzione Pixel, un reticolato puntiforme che invece di ingabbiare i corpi e appiattire le menti, scalda gli animi e libera la fantasia. Concept firmato con Adrien Mondot e Claire Bardainne, gli artisti digitali creano una loro coreografia visiva che gioca con i singoli talenti degli undici artisti in scena, mentre la creazione musicale di Armand Amar ne scandisce gli impulsi.

Continua la recensione su Sguardi di Danza @corriereveneto

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: