Roberto Bolle virtuosismo 2.0

Per il quarto anno consecutivo Roberto Bolle si cala nell’Arena di Verona, unico seguace di Tersicore ad essere sopravvissuto alle faziose ire. E come ogni edizione lo fa con ineguagliabile eleganza e apollinea consapevolezza. Nessun italiano al suo fianco ma gli affermati international friends dell’American Ballet Theatre (Herman Cornejo e Daniil Simkin), Dutch National Ballet (Young Gyu Choi e Anna Ol), Boston Ballet (Misa Kuranaga), insieme alle partner Melissa Hamilton (The Royal Ballet) e Polina Semionova (Staatsballett Berlin).

Qualità sempre crescente in una calibrata alternanza di repertorio classico, coreografi contemporanei e omaggi tecnologici per irretire sapientemente il pubblico in un lirico virtuosismo. Una formula magica che incanta i sensi placando e sfamando ogni sfera ricettiva a partire da quella sonora, introdotta dall’attore Francesco Pannofino che, dopo il successo televisivo, ripropone le 101 posizioni ironicamente codificate da Eric Gauthier, anche se fatica a doppiare Roberto Bolle negli avvicendamenti che l’incalzare ritmico richiederebbe.

Effetti luci coadiuvati dal pubblico che aprono le danze con i tradizionali lumini, partecipano al progetto #illuminiamoladanza con una ola di telefonini accesi, e non resistono a non rubare abbaglianti flash agli inchini finali. Divinità 2.0 che globalizza la danza, gioca nel brano di chiusura con uno schermo di poetici effetti multimediali insieme all’area leggerezza di Melissa Hamilton nella nuova coreografia Rencontre di Massimiliano Volpini, e proietta saluti video per non perdere le tracce dei suoi friends.

Carmen – Polina Semionova, Roberto Bolle

In questa girandola emozionale la prima parte carica gli spettatori di prodigiosa tecnica accademica con una successione di passi a due da Esmeralda, Carmen e Don Chisciotte in un mirabile crescendo virtuosistico che vede continui e infiniti aplomb, dai 12 secondi in attitude di Anna Ol alle 8 piroutte finite in sospensione di Daniil Simkin. Il tifo è da stadio, interrotto dalla sedotta ammirazione per Polina Semionova, ammorbidita dalla maternità ma ancora più suadente dalla rodata complicità instaurata con Roberto Bolle. Incredibile che siano le contemporanee note dei Radiohead a quietare gli animi, le sinuose e acute linee della Hamilton, la restituzione fisica di un battito musicale.

Caravaggio – Melissa Hamilton, Roberto Bolle

Finestra più contemporanea per la seconda parte, dopo l’introduzione della tragica La Bayadere. Si viene avvolti dal delicato Penumbra, creato (e originariamente danzato) da Remi Wörtmeyer, travolti dall’esplosiva ironia di Les Bourgeois (danzato dallo stesso Simkin anche nella prima edizione del 2014), sedotti dalla plastica fisicità della coppia Hamilton/Bolle in Caravaggio e rinfrescati dalla dinamica leggerezza di Misa Kuranaga in Tchaikovsky Pas de Deux. Magia compiuta, tecnologica, ammiccante, ma di grande intelligenza perché il culto del bello sia anche professionale intrattenimento.

Lara Crippa

“Roberto Bolle & Friends”, visto all’Arena di Verona il 17/07/2017

recensione #BolleTour2014
recensione #BolleTour2015
programma Bolle Tour 2014 | 2015 | 2016

#BolleTour2017

ATTO I
Ballet 101
Coreografia: Eric Gauthier
Musica: Eric Gauthier, Jens-Peter Abele
Artista: Roberto Bolle
con la partecipazione straordinaria di Francesco Pannofino
Esmeralda
Pas de deux
Coreografia: Marius Petipa
Musica: Cesare Pugni
Artisti: Anna Ol, Young Gyu Choi
Carmen
Pas de deux
Balletto di Roland Petit
Musica: Georges Bizet
Artisti: Polina Semionova, Roberto Bolle
Don Chisciotte
Atto III – Pas de deux
Coreografia: Marius Petipa
Musica: Ludwig Minkus
Artisti: Misa Kuranaga, Daniil Simkin
Take me with you
Coreografia: Robert Bondara
Musica: Radiohead
Artisti: Melissa Hamilton, Roberto Bolle

ATTO II
La Bayadère
Pas de deux
Coreografia: Marius Petipa
Musica: Ludwig Minkus
Artisti: Polina Semionova, Roberto Bolle
Penumbra
Coreografia: Remi Wörtmeyer
Musica: Sergej Rachmaninov
Artisti: Anna Ol, Young Gyu Choi
Les Bourgeois
Coreografia: Ben Van Cauwenbergh
Musica: Jacques Brel
Artista: Daniil Simkin
Caravaggio
Pas de deux
Coreografia: Mauro Bigonzetti
Musica: Bruno Moretti (da Claudio Monteverdi)
Artisti: Melissa Hamilton, Roberto Bolle
Tchaikovsky Pas de Deux
Coreografia: George Balanchine
Musica: Pëtr Il’ič Čajkovskij
Artisti: Misa Kuranaga, Herman Cornejo
Rencontre
Coreografia: Massimiliano Volpini
Musica: composta ed interpretata da René Aubry
Visual effects: Staff s.a.s.
Artisti: Melissa HamiltonRoberto Bolle

credits: ©Foto Ennevi/Fondazione Arena di Verona

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: