Sergei Polunin inaugura ParmaDanza 2018

Grandi nomi quelli della prestigiosa stagione di danza del Teatro Regio di Parma – ParmaDanza 2018 – a cominciare dall’inaugurazione, sabato 3 febbraio, con il Project Polunin. Una prima nazionale che vedrà in scena il dannato principal dancer del Royal Ballet in First Solo, coreografia di Andrey Kaydanovskiy, Skrjabiniana, accanto a Natalia Osipova ed alcuni Solisti e Primi Ballerini del Teatro Bolshoi e del Teatro Stanislavsky di Mosca, e infine l’atteso Satori, coreografia dello stesso Polunin con le scene di David Lachapelle.


Grande attesa anche per il Complexions Contemporary Ballet, compagnia icona della danza contemporanea, “microcosmo dei migliori talenti della danza americana” secondo il New York Times, ospiti giovedì 10 maggio con le coreografie di Dwight Rhoden, da Ballad Unto a Gone, a Testament (estratto Amazing Grace) o Ave Maria (estratto da The Grapes of Wrath), fino a Star Dust, tributo a David Bowie.
Tra gli illustri ospiti, Eleonora Abbagnato, étoile dell’Opéra National de Paris e direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, sarà la protagonista di Carmen, balletto in due atti di Amedeo Amodio, il 7 e 8 aprile.


Tra le compagnie italiane, la nuova Bella Addormentata di Diego Tortorelli per la compagnia Junior Balletto di Toscana (23 e 24 febbraio), il Balletto di Milano con due produzioni, un’ironica Cenerentola sulle musiche di Gioacchino Rossini (24 e 25 maggio) e un Lago dei Cigni di Teet Kask (25 maggio). Chiude la stagione Night Garden, spettacolo sognante e acrobatico di Evolution Dance Theater (8 giugno).

INFO: www.teatroregioparma.it

Advertisements

2 comments

  1. Reblogged this on Vita da Museo and commented:
    Il Project Polunin sbarca a Parma, al Teatro Regio, insieme a molte altre cose bellissime! 🙂 Insieme al dannato ex-principal dancer del Royal Ballet e alla sua compagna, la sublime Natalia Osipova (anch’essa Principal del Royal Ballet londinese) ci saranno anche Teatro Bolshoi e del Teatro Stanislavsky di Mosca. Da non perdere! 🙂

  2. Pingback: Sergei Polunin e il balsamo creativo dell’arte | Parole di Danza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: