L’emozione del gesto, imperituro confine tra amore e morte

Ci sono coreografie immortali, che nascono da sapienza compositiva, traduzione musicale, coinvolgimento dello spettatore. Jiří Kylián e Maurice Béjart, due nomi che fanno innamorare chiunque alla danza, geni coreografici complessi, profondi, che restituiscono mondi attraverso un ginocchio piegato o un braccio flessuoso. Una serata densissima quella proposta dal Teatro alla Scala di Milano che fa seguire Petite Morte a Boléro, il tutto introdotto da una nuova produzione commissionata alla canadese Aszure Barton. Tratto comune, una maestria del gesto che traduce la sapienza musicale di questi tre coreografi sfidando le corde emotive dello spettatore.


Nelle corde del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, invece, sicuramente Mahler 10, la nuova produzione di Aszure Barton sulla Decima Sinfonia di Gustav Mahler. Una sinfonia rimasta incompiuta per la morte del compositore, un canto del cigno che alterna l’amore per la vita con una drammaticità incombente. La produzione è monocromo, abiti color ghiaccio che respirano nelle ampie gonne o pantaloni, scena fasciata da un rigido semicerchio che al contempo l’abbraccia e ingloba. L’atmosfera ricorda Youth di Paolo Sorrentino, un gelido fermo immagine di ricordi che profumano di morte. Dominano la scena Antonino Sutera e Virna Toppi, in un’alternanza di salti aerei e piedi in flex che sembrano voler frenare quella dinamicità. I danzatori si liberano nel loro movimento, ma l’insieme viene trainato a terra mentre prova ad entrare ed uscire di scena in drammatiche corse. Resta l’uomo, solo, a gioire di quell’estrema, pacata inquietudine.


Seguono i pluri-recensiti Petite Morte e Boléro. Ardua la sfida di Jiří Kylián, inarcarsi nell’estasi di un rapporto sessuale, in una “piccola morte”, questa volta di piacere, ma che sottace l’alterna sorte di creazione e distruzione. Tra quei fioretti che incombono, minacciosi e sensuali, e quelle rigide vesti che proteggono e censurano, servono corpi flessuosi che sappiano domarsi e sedurre. Il teatro nero si insinua a sua volta, avvolgendo la scena per lasciar voce alle famose note di Mozart, mentre i danzatori si irrigidiscono in quel profondo godimento estetico.


Eros e Thanatos, qui seduzione e violenza, trovano infine piena espressione nel famosissimo Boléro di Ravel coreografato da Maurice Béjart. Sinuosa tentatrice che ritma il desidero in un crescendo passionale è in questa recita Elisabet Ros, storica danzatrice del Béjart Ballet Lausanne, classe 1928, che interpreta questo ruolo dal 1998. E qui si riconosce il valore di un artista, al di là di qualunque tecnica, quel carisma che seduce e inchioda, quel brivido che si riconosce fin dalla prima mano illuminata. Meravigliose quelle braccia che si insinuano nel corpo, ritmano, irretiscono. La struttura coreografica continua a sedurre, restituendo qui pienamente la volontà del coreografo di attribuire la melodia al femminile (calda e avvolgente) e il ritmo al maschile (che aumentando di volume e intensità divora lo spazio).

Lara Crippa

“Mahler 10 / Petite Mort/ Bolero” visto al Teatro alla Scala di Milano il 29 marzo 2018

Mahler 10
MUSICA: Gustav Mahler
COROGRAFIA: Aszure Barton
SCENE e LUCI: Burke Brown
COSTUMI: Susanne Stehle
INTERPRETI: Antonino Sutera, Virna Toppi, Claudio Coviello; Antonella Albano, Stefania Ballone; Christian Fagetti, Federico Fresi, Chiara Fiandra e il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala
Nuova Produzione Teatro alla Scala | Prima rappresentazione assoluta

Petite Mort
MUSICA: Wolfgang Amadeus Mozart
COROGRAFIA: Jiří Kylián
LUCI: Jiří Kylián, realizzate da Joop Caboort
COSTUMI: Joke Visser
INTERPRETI: Stefania Ballone, Daniele Lucchetti; Agnese Di Clemente, Andreas Lochmann; Paola Giovenzana, Gioacchino Starace; Antonella Albano, Antonino Sutera; Giulia Schembri, Timofej Andrijashenko; Giulia Lunardi, Massimo Garon

Boléro
MUSICA: Maurice Ravel
COROGRAFIA: Maurice Béjart
LUCI: riprese da Marco Filibeck
INTERPRETI: Elisabet Ros; Marco Agostino, Edoardo Caporaletti, Christian Fagetti, Nicola Del Freo e il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: