Arenzano in Danza, illustre e formativa

La Liguria apre le porte a Tersicore dalla sponda di Arenzano, capitale della danza nella prima settimana di luglio. Precisamente dal 2 al 7 luglio 2018 con una miscellanea di iniziative scandite dai tempi di Patrizia Campassi, direttrice artistica di Arenzano in Danza, festival giunto ormai alla XXIII edizione. Come di consueto i giovani talenti saranno impegnati in stage e concorso al cospetto di personaggi illustri della danza e del balletto, cominciando dall’etoile Renata Calderini, passando per il direttore della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli Stephane Fournial, qui Premio “DanzArenzano Arte”, il Premio alla Carriera 2018 Oleg Vinogradov e poi ancora l’ex ballerino televisivo Stefano Forti, qui Premio “DanzArenzano Media Show”, e la demi solist del Teatro dell’Opera di Vienna Elena Bottaro scelta invece quale Premio “Excellent Dancers Grand Prix”. Un novero di nomi e cognomi da far venire la pelle d’oca alle ballerine ed ai ballerini protagonisti nell’Arena estiva del centro storico di Arenzano. Soprattutto sabato 7 luglio, serata di gran galà a cui saranno davvero tutti protagonisti in una festa della danza. Proprio come si può e si deve allestire al Festival della danza della Liguria!
E così il passaggio dal palco alla sbarra e viceversa sarà così intenso che la sei-giorni di Arenzano in Danza resterà impressa tra il pubblico e la critica come da ormai ventitre lunghe estati. Quest’anno Patrizia Campassi ha pensato ad uno stage trasversale alle esigenze intercettate qua e là tra i giovani talenti, provenienti come sempre da ogni dove e con le valigie piene di sogni e desideri, nelle sale fianco a fianco con Renata Calderini (classico e repertorio), Lara Bogni (contemporaneo), Marco Pierin (tecnica maschile e pas de deux), Stefano Forti (modern) e la stessa direttrice artistica Patrizia Campassi (propedeutica e corsi accademici). Che, al pari della commissione della XVIII edizione del Premio Concorso “DanzArenzano Giovani”, proverà in ogni modo ad esaudire sogni ed ambizioni, cominciando dalle borse di studio messe in palio dalla Jeoffrey Ballet School, dalla Maratona d’Estate di Paestum, dal Festival Contest di Tula, dal Bucarest Dance Festival, dallo Skopje Open Macedonia e dall’AIDA di Marisa Caprara.

Tuttavia per avere maggiori informazioni si rimanda al sito ufficiale della manifestazione http://www.arenzanoindanza.it con date, ospitalità e curricula dei grandi maestri presenti e premiati in quest’attesissima XXIII edizione di “Arenzano in Danza”. Che porterà in dote l’ultima idea di Patrizia Campassi, sognatrice quanto basta per spronare Tersicore ad unire a sé tutte le sue ancelle: con questo spirito innovativo è nata infatti “Arenzano in Danza” 2.0, già palcoscenico d’eccezione – ci sottolinea proprio la direttrice artistica – ovvero punto di incontro tra giovani promesse della danza e artisti di fama internazionale per studiare, ballare e crescere, conferma la sua vocazione ampliando la sua proposta di momenti di scambio culturale, didattico, artistico, emotivo ed espressivo, grazie ad un programma più articolato che vedrà il suo sviluppo in diversi momenti dell’anno, o contemporaneamente in diverse città e location.
Mission già condivisa e supportata da eminenti personalità della danza che in passato hanno fatto visita ad “Arenzano in Danza” quali Carla Fracci, Amedeo Amodio, Anna Maria Prina, Vladimir Derevianko, Gheorghe Iancu, Frederic Olivieri, Luciana Savignano, Marco Pierin, Anna Razzi, Giuseppe Picone, Petra Conti, Paola Cantalupo, Sabrina Brazzo e quest’anno Renata Calderini, Stephane Fournial ed Oleg Vinogradov. Ma chi meglio di Patrizia Campassi può spiegarci l’idea della danza del futuro? Oltre ai giorni di lezione, alla competizione ed al gran galà – chiude la direttrice artistica di “Arenzano in Danza” – quest’anno vorrei mettere in luce la necessità di dotarci tutti di un fronte comune. Con la realizzazione del Circuito Danza Scuole Insieme in accordo con il CSI di Enrico Carmagnani. Per le scuole di danza che partecipano ad “Arenzano in Danza” sarà infatti possibile aderire gratuitamente agli appuntamenti formativi del Circuito Danza Scuole Insieme CDSI per l’anno accademico 2018/19 con work-shop formativi giuridico–fiscali inerenti la nuova finanziaria, il Corso di certificazione gratuito, rivolto agli insegnanti, inerente l’adeguamento normativo e le condizioni agevolate per work-shop di approfondimento e stage gli allievi delle loro scuole nonché per tutti i progetti di contaminazione artistica.

di Massimiliano Craus

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: