Tra videodanza e repertorio, Pierrot Danza a tutto tondo

Pierrot e Tersicore ancora insieme! Il sodalizio tra il volto lunare di Pierrot e la musa greca della danza è stato immaginato, sognato e realizzato tredici anni fa da Alessandra Micarelli, direttrice artistica del Pierrot Danza in scena al Teatro Orione di Roma il 13 e 14 aprile. Un festival della danza che si arricchisce quest’anno della Sezione Videodanza, aperta ad autori, danzatori, coreografi, registi e video-maker che dovranno proporre video originali che abbiano per soggetto la danza con una forte connessione tra drammaturgia e linguaggi audiovisivi per promuovere la sperimentazione, la ricerca e l’utilizzo di nuove tecnologie. I due linguaggi della danza e del video possono essere considerati come due colori differenti che si mescolano fino a crearne uno nuovo. I video finalisti verranno proiettati in teatro durante lo spettacolo di Gala.
Con un parterre di nomi e cognomi che si avvicendano o che si confermano nel solco di una tradizione che va sempre più a braccetto con l’innovazione: i componenti di Giuria della XIII edizione sono Gloria Bandinelli (Accademia Nazionale di Roma e Teatro Alla Scala di Milano), Dasa Grgic (Teatro Stabile Sloveno di Trieste, Atelier de Paris di Carolyn Carlson e Nikolais Tecnique Teacher Certificate Program), Elena Viti (Accademia Nazionale di Danza di Roma ed Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), Francesca Corazzo (Accademia Nazionale di Danza di Roma), Ricky Bonavita (Accademia Nazionale di Danza di Roma e direttore artistico di “Excursus”), Gemma Iuliano (regista) e Massimiliano Zaganelli (videomaker) impegnati nella nuovissima sezione di video-danza.


Tradizione ed innovazione, dunque, a braccetto proprio come Pierrot e Tersicore. Un passo in avanti e l’altro indietro per intercettare tutte le istanze possibili del mondo della danza atteso al Teatro Orione nella due-giorni romana del 13 e 14 aprile prossimi. Un appuntamento all’insegna di Pierrot, proprio come ci racconta la direttrice artistica Alessandra Micarelli: «l’idea del Pierrot é una figura romantica che mi è sempre piaciuta, così come il suo irraggiungibile amore. Sulla figura della luna ho creato il logo dell’evento, dove la sagoma di una ballerina ne segue le linee. La sigla di apertura del concorso viene ogni anno danzata da giovani ballerini esterni al concorso, o compagnie di danza ospiti, a cui chiedo loro di dedicare la coreografia al Pierrot Lunaire, oppure un solista mimo/danzatore vestito da Pierrot, con la stessa musica ogni anno. Il colore della kermesse è il blu, come le notti di luna. Con Pierrot che dunque sbircia dall’alto sulle performance dei tanti giovani talenti, tutti assetati di arte e cultura della danza a tutto tondo. Le tecniche di modern spaziano infatti da Graham a Childs per passare attraverso il repertorio di Limon, Cunningham, Laban, Nikolais, Ailey, Tharp, Brown oltre che nell’ambito del jazz, jazz-lyrical, techno ed altre sfaccettature ancora a scelta dei giovani talenti. Le tecniche di contemporaneo invece si rifanno al repertorio del Tanztheater, Release tecnique, Contact improvvisation, Danza fisica e di ricerca». E nell’ottica di tanta danza non mancheranno le occasioni di ulteriore crescita ed approfondimento: «anche quest’anno abbiamo prodotto significative borse di studio per i migliori talenti – spiega la direttrice artistica Alessandra Micarelli – coinvolgendo il Balletto di Toscana e la Compagnia Junior diretti da Cristina Bozzolini, il Corso di Adeguamento Professionale di Danza curato da Gianni Rosaci, il Forum della Danza “la Marée” di Pisciotta-Palinuro (Sa), il Tersicore Arte Danza di Sambuceto (Ch), i Corsi di Insegnamento Modern-Jazz e Composizione Coreografica di Fabrizio Laurentaci, Le Foyer de la Danse di Narni (Tr), la Summer Dance di Bardonecchia (To), Tonezza in Danza (Vi) e Compagnia Venezia Balletto». Opportunità avvalorate ulteriormente dalle partnership istituzionali che accompagnano Alessandra Micarelli nella crescita esponenziale accanto a Pierrot: «questa XIII edizione del Pierrot Danza è infatti patrocinata dall’Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma – chiude la direttrice artistica – con il supporto tecnico di AICS Roma, Mikelart, Danza&Co, La Dance Emotions, LikeG. e con la presenza del fotografo di danza Pierluigi Abbondanza».
Per maggiori info visitare il sito della manifestazione www.concorsopierrotdanza.com o scrivere direttamente all’indirizzo di posta elettronica info@concorsopierrotdanza.com

Massimiliano Craus

Vedi anche: Pierrot Danza 2018

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: