Finale in favola per il Festival Lasciateci Sognare

La favola, il primo insegnamento, l’avvertimento di un mondo crudele che non sta fuori, ma si insinua nelle tiepide mura domestiche fino a violare e mortificare i nostri corpi. Ma anche il memento nella forza del pensiero, la dignità del riscatto e la lezione finale che esorta a spezzare la catena del male generando il bene. Siamo alla vigilia e nella giornata contro la violenza sulle donne, domenica 24 e sabato 25 novembre 2019 al Teatro dei Colli di Padova, per le ultime due date del Festival Lasciateci Sognare diretto dall’inesauribile Gabriella Furlan Malvezzi. E siamo in Italia, con due coreografi che fanno diversamente appello alla favola tradizionale per attualizzarla, rileggerla e ripensarla nelle pieghe della danza. Sono Claudio Ronda e Valerio Longo che catapultano rispettivamente Cenerentola e Pierino e il Lupo nei nostri giorni per ricordarci quante siano le angherie che si possono subire, che queste non provengono solo dal sesso maschile, e che la dignità e la nobiltà d’animo non hanno genere.

Clicca per leggere la recensione
di Cenerentola | una storia italiana di Claudio Ronda per la compagnia Fabula Saltica
e PierinA e il Lupo | Storia di Violenza, Coraggio e Amicizia testi di Vittorio Matteucci e coreografie di Valerio Longo per i danzatori del progetto #padovadanza2019
| via Sguardi di Danza @corriereveneto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: