Author Archives: lcrippa

A Venezia uno sguardo sull’eredità di Pina Bausch

Lo sguardo dell’imperatrice. Eredità Wuppertal. È il titolo del progetto, a cura di Leonetta Bentivoglio in collaborazione con Ninni Romeo, che porterà in scena – domenica 22 ottobre ore 17 al Teatro Malibran di Venezia – un Omaggio a Pina Bausch attraverso le creazioni

A Venezia uno sguardo sull’eredità di Pina Bausch

Lo sguardo dell’imperatrice. Eredità Wuppertal. È il titolo del progetto, a cura di Leonetta Bentivoglio in collaborazione con Ninni Romeo, che porterà in scena – domenica 22 ottobre ore 17 al Teatro Malibran di Venezia – un Omaggio a Pina Bausch attraverso le creazioni

La geografia universale di Sivan Rubinstein

Intervista a Sivan Rubinstein e Tal Weinstein sulla performance MAPS, lo studio della cartografia e del Mandala, come nasce un progetto e come il pubblico possa influenzarne gli sviluppi. Spettacolo presente a #bmotiondanza2017 all’interno di Operaestate. Ascolta l’intervista in inglese

La geografia universale di Sivan Rubinstein

Intervista a Sivan Rubinstein e Tal Weinstein sulla performance MAPS, lo studio della cartografia e del Mandala, come nasce un progetto e come il pubblico possa influenzarne gli sviluppi. Spettacolo presente a #bmotiondanza2017 all’interno di Operaestate. Ascolta l’intervista in inglese

A lezione con in protagonisti di BMotionDanza2017

#bmotiondanza2017 la vetrina contemporanea di Operaestate festival che ogni anni accoglie artisti, progetti, dibattiti sulle sorti e gli sviluppi della danza. Una settimana di calendario fittissimo che non può che cominciare con un workshop dove la danza si pratica, si

A lezione con in protagonisti di BMotionDanza2017

#bmotiondanza2017 la vetrina contemporanea di Operaestate festival che ogni anni accoglie artisti, progetti, dibattiti sulle sorti e gli sviluppi della danza. Una settimana di calendario fittissimo che non può che cominciare con un workshop dove la danza si pratica, si

Roberto Bolle virtuosismo 2.0

Per il quarto anno consecutivo Roberto Bolle si cala nell’Arena di Verona, unico seguace di Tersicore ad essere sopravvissuto alle faziose ire. E come ogni edizione lo fa con ineguagliabile eleganza e apollinea consapevolezza. Nessun italiano al suo fianco ma

Roberto Bolle virtuosismo 2.0

Per il quarto anno consecutivo Roberto Bolle si cala nell’Arena di Verona, unico seguace di Tersicore ad essere sopravvissuto alle faziose ire. E come ogni edizione lo fa con ineguagliabile eleganza e apollinea consapevolezza. Nessun italiano al suo fianco ma

Biennale Danza, capitolo primo pagina uno

First Chapter, nuovo capitolo per La Biennale di Venezia sezione Danza alla guida della neo-direttrice Marie Chouinard, e grande attesa per la cifra stilistica del prossimo quadriennio 2017-2010. Introduzione a cura del Leone d’oro alla carriera Lucinda Childs, pietra miliare

Biennale Danza, capitolo primo pagina uno

First Chapter, nuovo capitolo per La Biennale di Venezia sezione Danza alla guida della neo-direttrice Marie Chouinard, e grande attesa per la cifra stilistica del prossimo quadriennio 2017-2010. Introduzione a cura del Leone d’oro alla carriera Lucinda Childs, pietra miliare

Jean-Guillaume Bart, nuovo filosofo del balletto

«La gamma di colori della danza classica è infinita come l’accento che ogni tipo di passi deve avere». Intenzione pienamente riuscita quella di Jean-Guillaume Bart nel suo nuovo allestimento (febbraio 2017) de La Bella Addormentata per il Corpo di Ballo

Jean-Guillaume Bart, nuovo filosofo del balletto

«La gamma di colori della danza classica è infinita come l’accento che ogni tipo di passi deve avere». Intenzione pienamente riuscita quella di Jean-Guillaume Bart nel suo nuovo allestimento (febbraio 2017) de La Bella Addormentata per il Corpo di Ballo

Mangiare, amare, cantare… et voilà la danza di Rossini

Gioacchino Rossini, genio musicale umorale e gaudente che del cibo, dell’amore e del canto aveva fatto i pilastri della sua vita, viene portato in scena nell’ultimo lavoro di Mauro Astolfi, Rossini Ouvertures, con tutta la sua frenesia, passionalità e malinconia.

Mangiare, amare, cantare… et voilà la danza di Rossini

Gioacchino Rossini, genio musicale umorale e gaudente che del cibo, dell’amore e del canto aveva fatto i pilastri della sua vita, viene portato in scena nell’ultimo lavoro di Mauro Astolfi, Rossini Ouvertures, con tutta la sua frenesia, passionalità e malinconia.