Author Archives: lcrippa

Visioni sul Corpo, la prospettiva patavina sulla danza

XX edizione per Prospettiva Danza Teatro che quest’anno si interroga sulle Visioni sul corpo, dal corpo tecnicamente addestrato al corpo ‘sociale’. L’edizione 2018 – a cura del Comune di Padova-Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche, promosso e realizzato in collaborazione con il Circuito

Visioni sul Corpo, la prospettiva patavina sulla danza

XX edizione per Prospettiva Danza Teatro che quest’anno si interroga sulle Visioni sul corpo, dal corpo tecnicamente addestrato al corpo ‘sociale’. L’edizione 2018 – a cura del Comune di Padova-Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche, promosso e realizzato in collaborazione con il Circuito

Intervista a Luciano Cannito, nuovo militante per la danza italiana

Mancano pochi giorni al debutto di Romeo und Julia, creazione di Luciano Cannito per il Teatro Massimo di Palermo nel 2009, oggi riallestita per il Corpo di Ballo del Teatro di Chemnitz diretto da Sabrina Sadowska (prima 14 aprile 2018). L’intervista diventa un’occasione per spaziare con generosità

Intervista a Luciano Cannito, nuovo militante per la danza italiana

Mancano pochi giorni al debutto di Romeo und Julia, creazione di Luciano Cannito per il Teatro Massimo di Palermo nel 2009, oggi riallestita per il Corpo di Ballo del Teatro di Chemnitz diretto da Sabrina Sadowska (prima 14 aprile 2018). L’intervista diventa un’occasione per spaziare con generosità

L’emozione del gesto, imperituro confine tra amore e morte

Ci sono coreografie immortali, che nascono da sapienza compositiva, traduzione musicale, coinvolgimento dello spettatore. Jiří Kylián e Maurice Béjart, due nomi che fanno innamorare chiunque alla danza, geni coreografici complessi, profondi, che restituiscono mondi attraverso un ginocchio piegato o un

L’emozione del gesto, imperituro confine tra amore e morte

Ci sono coreografie immortali, che nascono da sapienza compositiva, traduzione musicale, coinvolgimento dello spettatore. Jiří Kylián e Maurice Béjart, due nomi che fanno innamorare chiunque alla danza, geni coreografici complessi, profondi, che restituiscono mondi attraverso un ginocchio piegato o un

Preljočaj, un tratto di poetica, dinamica bellezza

In un’epoca dove i confini sono sempre più labili Preljočaj continua a tessere tratti coreografici che uniscono le singole solitudini fino a dilatarle nelle maglie della Storia. Torna in Italia la profonda poeticità di Angelin Preljočaj con un nuovo dittico:

Preljočaj, un tratto di poetica, dinamica bellezza

In un’epoca dove i confini sono sempre più labili Preljočaj continua a tessere tratti coreografici che uniscono le singole solitudini fino a dilatarle nelle maglie della Storia. Torna in Italia la profonda poeticità di Angelin Preljočaj con un nuovo dittico:

Sergei Polunin e il balsamo creativo dell’arte

Arte terapeutica, curativa, taumaturgica, unica espressione che accoglie ed esprime il particolare per assurgerlo a universale. Per i cultori di Tersicore si danza con il divino, si trascendono confini e linguaggi per dar forma ad una nota musicale, un’espressione poetica,

Sergei Polunin e il balsamo creativo dell’arte

Arte terapeutica, curativa, taumaturgica, unica espressione che accoglie ed esprime il particolare per assurgerlo a universale. Per i cultori di Tersicore si danza con il divino, si trascendono confini e linguaggi per dar forma ad una nota musicale, un’espressione poetica,

L’elegante tecnica di Spoerli torna al Teatro alla Scala

Quali sono gli elementi che fanno acclamare oggi un coreografo a livello internazionale, quando si vuole rimanere nel preciso binario della tradizione classica? Impresa ardua, che per ora continua ad attingere al rigore neoclassico di tradizione Balanchiniana, con il suo

L’elegante tecnica di Spoerli torna al Teatro alla Scala

Quali sono gli elementi che fanno acclamare oggi un coreografo a livello internazionale, quando si vuole rimanere nel preciso binario della tradizione classica? Impresa ardua, che per ora continua ad attingere al rigore neoclassico di tradizione Balanchiniana, con il suo

Trittico del Reale Balletto delle Fiandre al Teatro La Fenice

Evento da non perdere ed interessantissimo invito quello del Teatro La Fenice di Venezia al Reale Balletto delle Fiandre, prestigiosa compagnia di danza belga diretta da Sidi Larbi Cherkaoui dal settembre del 2015. Tre le coreografie presentate, firmate dallo stesso

Trittico del Reale Balletto delle Fiandre al Teatro La Fenice

Evento da non perdere ed interessantissimo invito quello del Teatro La Fenice di Venezia al Reale Balletto delle Fiandre, prestigiosa compagnia di danza belga diretta da Sidi Larbi Cherkaoui dal settembre del 2015. Tre le coreografie presentate, firmate dallo stesso