Category Archives: review

#JeSuis il pensiero danzante di Odedra

La danza contemporanea, quella vera, quella che parla dell’oggi, della nostra società, quella il cui linguaggio arriva a tutti, dove non bisogna sentirsi “esperti” per accedervi, dove l’eccellenza coreografica ed interpretativa è palese e l’universalità del messaggio va dritto alle

#JeSuis il pensiero danzante di Odedra

La danza contemporanea, quella vera, quella che parla dell’oggi, della nostra società, quella il cui linguaggio arriva a tutti, dove non bisogna sentirsi “esperti” per accedervi, dove l’eccellenza coreografica ed interpretativa è palese e l’universalità del messaggio va dritto alle

NID 2019, prime riflessioni

NID 2019, (RE)think dance. (RI)pensiamo alla danza dunque, a quella italiana, contemporanea e femminile. Si perchè giovedì 10 ottobre 2019, primo giorno di NID – New Italian Dance Platform, mette in scena prodotti di coreografe donne, fenomeno all’estero non così

NID 2019, prime riflessioni

NID 2019, (RE)think dance. (RI)pensiamo alla danza dunque, a quella italiana, contemporanea e femminile. Si perchè giovedì 10 ottobre 2019, primo giorno di NID – New Italian Dance Platform, mette in scena prodotti di coreografe donne, fenomeno all’estero non così

Lasciate che gli Italiani sognino la danza

Un weekend interamente dedicato alla danza ha visto il Teatro Verdi di Padova accogliere sui suoi palchi l’apertura della 16ma edizione del festival di danza Lasciateci Sognare diretto dall’inesauribile energia di Gabriella Furlan Malvezzi. La novità dell’anno dedica la giornata

Lasciate che gli Italiani sognino la danza

Un weekend interamente dedicato alla danza ha visto il Teatro Verdi di Padova accogliere sui suoi palchi l’apertura della 16ma edizione del festival di danza Lasciateci Sognare diretto dall’inesauribile energia di Gabriella Furlan Malvezzi. La novità dell’anno dedica la giornata

La danza di Antinoo nelle Memorie di Adriano

«Ridare udienza ai ricordi» è il dichiarato incipit del 72° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico di Vicenza diretto da Giancarlo Marinelli, dal titolo “Muoiono gli Dei che non sono cari ai giovani”, inversione semantica della citazione di Menandro “Muore

La danza di Antinoo nelle Memorie di Adriano

«Ridare udienza ai ricordi» è il dichiarato incipit del 72° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico di Vicenza diretto da Giancarlo Marinelli, dal titolo “Muoiono gli Dei che non sono cari ai giovani”, inversione semantica della citazione di Menandro “Muore

Il flusso femminile di McGregor

Wayne McGregor, coreografo scientifico e astratto, incentrato sull’anatomia del corpo ed il pensiero che lo muove, mette in scena il suo capolavoro, il flusso di coscienza femminile, la scrittura di Virginia Woolf. Woolf Works, acclamato balletto creato per il Royal

Il flusso femminile di McGregor

Wayne McGregor, coreografo scientifico e astratto, incentrato sull’anatomia del corpo ed il pensiero che lo muove, mette in scena il suo capolavoro, il flusso di coscienza femminile, la scrittura di Virginia Woolf. Woolf Works, acclamato balletto creato per il Royal

La mente e la sua ossessiva scomposizione nel corpo

La compagnia L-E-V (cuore, in ebraico) presenta OCD Love (acronimo di Disturbo Ossessivo Compulsivo) traendo ispirazione dall’omonima poesia di Neil Hilborn, Obsessive Compulsive Disorder, dedicata a un amore impossibile. Psiche e Amore, un confronto senza vincitori dove l’amore abbraccia la

La mente e la sua ossessiva scomposizione nel corpo

La compagnia L-E-V (cuore, in ebraico) presenta OCD Love (acronimo di Disturbo Ossessivo Compulsivo) traendo ispirazione dall’omonima poesia di Neil Hilborn, Obsessive Compulsive Disorder, dedicata a un amore impossibile. Psiche e Amore, un confronto senza vincitori dove l’amore abbraccia la

La memoria di Pina Bausch in un pomeriggio veneziano

La grandezza non si insegna né si tramanda, e getta un’ombra opaca su chi ne rimane incatenato. Gli omaggi ai grandi coreografi non sono mai facile prova, a meno che non si dia voce alla memoria di chi da quell’incontro

La memoria di Pina Bausch in un pomeriggio veneziano

La grandezza non si insegna né si tramanda, e getta un’ombra opaca su chi ne rimane incatenato. Gli omaggi ai grandi coreografi non sono mai facile prova, a meno che non si dia voce alla memoria di chi da quell’incontro