Category Archives: review

Show, il ribaltamento dello spettacolo

SHOW, uno spettacolo di clown, di personaggi dell’immaginario più torbido, rappresentanti dello straniamento dicotomico tra riso e paura, innocenti infanzie e diaboliche malizie, figure imprevedibili, tecnicamente ineccepibili, che ribaltano le regole del pensiero e le gerarchie sociali. È già stato

Show, il ribaltamento dello spettacolo

SHOW, uno spettacolo di clown, di personaggi dell’immaginario più torbido, rappresentanti dello straniamento dicotomico tra riso e paura, innocenti infanzie e diaboliche malizie, figure imprevedibili, tecnicamente ineccepibili, che ribaltano le regole del pensiero e le gerarchie sociali. È già stato

Last work, tre anni dopo

Sono trascorsi tre anni da quel Last Work andato in scena a Tel Aviv, e poi subito a Praga [vedi recensione di Giambattista Marchetto]. Sedici danzatori della Batsheva Dance Company coordinati nella loro plastica individualità dalla magia destrutturante e compositiva

Last work, tre anni dopo

Sono trascorsi tre anni da quel Last Work andato in scena a Tel Aviv, e poi subito a Praga [vedi recensione di Giambattista Marchetto]. Sedici danzatori della Batsheva Dance Company coordinati nella loro plastica individualità dalla magia destrutturante e compositiva

Il rituale sinfonico del Grupo Corpo

Una pellicola che scorre ritmata affabulando la storia di un popolo, quello brasiliano, con le sue etnie, le sue radici, le sue proiezioni, la sua spiritualità. Torna al Teatro Comunale di Vicenza il Grupo Corpo nella sua unica data italiana,

Il rituale sinfonico del Grupo Corpo

Una pellicola che scorre ritmata affabulando la storia di un popolo, quello brasiliano, con le sue etnie, le sue radici, le sue proiezioni, la sua spiritualità. Torna al Teatro Comunale di Vicenza il Grupo Corpo nella sua unica data italiana,

Lu Zheng e la formula della colmata distanza

La fusione delle distanze crea sempre risultati insoliti, inattesi e affascinanti. Lu Zheng e Churui Jiang studiano alla Beijing Dance Academy per approdare a Roma e approfondire gli studi all’Università La Sapienza, creando una compagnia che proporrà il nuovo lavoro

Lu Zheng e la formula della colmata distanza

La fusione delle distanze crea sempre risultati insoliti, inattesi e affascinanti. Lu Zheng e Churui Jiang studiano alla Beijing Dance Academy per approdare a Roma e approfondire gli studi all’Università La Sapienza, creando una compagnia che proporrà il nuovo lavoro

Bach: oscura e luminosa proiezione danzante

Un progetto su Bach, un progetto che stempera, sospende, amplifica le note virtuosistiche del compositore proiettandovi danza e scomposizione umana. Uno degli ultimi lavori di Aterballetto che torna, con il dittico di Bach Project, all’espressione più profonda, intima e viscerale della danza,

Bach: oscura e luminosa proiezione danzante

Un progetto su Bach, un progetto che stempera, sospende, amplifica le note virtuosistiche del compositore proiettandovi danza e scomposizione umana. Uno degli ultimi lavori di Aterballetto che torna, con il dittico di Bach Project, all’espressione più profonda, intima e viscerale della danza,

La Bisbetica Domata, il dominio dell’interpretazione sulla tecnica

Shakespeare. Come tradurre il wit del bardo in movimento danzato? Una letteratura dai rimaneggiati plot che trascende la storia per la caratterizzazione dei suoi personaggi; intrecci che continuano ad attrarre registi e coreografi; banchi di prova che scandagliano l’animo umano.

La Bisbetica Domata, il dominio dell’interpretazione sulla tecnica

Shakespeare. Come tradurre il wit del bardo in movimento danzato? Una letteratura dai rimaneggiati plot che trascende la storia per la caratterizzazione dei suoi personaggi; intrecci che continuano ad attrarre registi e coreografi; banchi di prova che scandagliano l’animo umano.

L’ironia aspra e incantata dello Slovanský Temperament

Movimenti spezzati eppure lineari, una naturalezza costruita sugli scompensi, sonorità aspre mescolate alle melodie ironiche dei classici boemi e russi. C’è un’istantanea instabile della ‘slavitudine’ nell’accostamento che il Národní Divadlo di Praga propone in Slovanský Temperament. Commissionate dal nuovo direttore

L’ironia aspra e incantata dello Slovanský Temperament

Movimenti spezzati eppure lineari, una naturalezza costruita sugli scompensi, sonorità aspre mescolate alle melodie ironiche dei classici boemi e russi. C’è un’istantanea instabile della ‘slavitudine’ nell’accostamento che il Národní Divadlo di Praga propone in Slovanský Temperament. Commissionate dal nuovo direttore