Posts Tagged: lago dei cigni

AQVA, Luigi Bilancio fotografa la fluidità della danza sancarliana

“Il lago dei cigni” del Teatro di San Carlo di Napoli non è mai stato così bagnato dal successo, soprattutto ancora prima di andare in scena. Eh sì, ci piace introdurre così le prossime rappresentazioni de “Il lago dei cigni”

AQVA, Luigi Bilancio fotografa la fluidità della danza sancarliana

“Il lago dei cigni” del Teatro di San Carlo di Napoli non è mai stato così bagnato dal successo, soprattutto ancora prima di andare in scena. Eh sì, ci piace introdurre così le prossime rappresentazioni de “Il lago dei cigni”

Italia, Francia, Russia: classicismi a confronto

Scuole a confronto, non solo nella programmazione ma anche e soprattutto nella formazione dei ballerini ospiti. Si conclude la stagione balletto 2014-2015 di Fondazione Arena con un Gran Gala di Danza al Teatro Filarmonico di Verona. Uno spettacolo – in scena

Italia, Francia, Russia: classicismi a confronto

Scuole a confronto, non solo nella programmazione ma anche e soprattutto nella formazione dei ballerini ospiti. Si conclude la stagione balletto 2014-2015 di Fondazione Arena con un Gran Gala di Danza al Teatro Filarmonico di Verona. Uno spettacolo – in scena

Un Cigno Nero in equilibrio tra tradizione e innovazione

Non sono molti i balletti che affollano l’immaginario comune, ma Il Lago dei Cigni continua ad ispirare i sogni dei giovani e la dicotomia degli adulti. Tra i più recenti successi basti citare le metamorfosi di Natalie Portman nella discussa

Un Cigno Nero in equilibrio tra tradizione e innovazione

Non sono molti i balletti che affollano l’immaginario comune, ma Il Lago dei Cigni continua ad ispirare i sogni dei giovani e la dicotomia degli adulti. Tra i più recenti successi basti citare le metamorfosi di Natalie Portman nella discussa

San Valentino all’insegna della danza e la sua storia

Un San Valentino insolito, dove la danza, le sue tragiche vicende ed i suoi lirici riscatti sono protagonisti assoluti dei teatri veneti. [Scopri cosa offrono Verona, Treviso, Vicenza, Thiene e Mestre su Sguardi di Danza @corriereveneto]

San Valentino all’insegna della danza e la sua storia

Un San Valentino insolito, dove la danza, le sue tragiche vicende ed i suoi lirici riscatti sono protagonisti assoluti dei teatri veneti. [Scopri cosa offrono Verona, Treviso, Vicenza, Thiene e Mestre su Sguardi di Danza @corriereveneto]

Vicenza, sempre più variegata, eccellente e digital

Le stagioni danza offerte dal Teatro Comunale di Vicenza sono uno dei fiori all’occhiello della regione Veneto, e non solo. Ricche di proposte, stili e generi, spaziano dallo spettacolo tradizionale ai grandi nomi della scena contemporanea internazionale, offrono residenze artistiche

Vicenza, sempre più variegata, eccellente e digital

Le stagioni danza offerte dal Teatro Comunale di Vicenza sono uno dei fiori all’occhiello della regione Veneto, e non solo. Ricche di proposte, stili e generi, spaziano dallo spettacolo tradizionale ai grandi nomi della scena contemporanea internazionale, offrono residenze artistiche

Danza moscovita per un Natale danzante

Se siete a casa durante le feste ecco tutti i teatri veneti dove seguire i balletti dei vostri sogni, con il Balletto di Mosca La Classique e il Royal Ballet of Moscow. Su Sguardi di Danza @corriereveneto

Danza moscovita per un Natale danzante

Se siete a casa durante le feste ecco tutti i teatri veneti dove seguire i balletti dei vostri sogni, con il Balletto di Mosca La Classique e il Royal Ballet of Moscow. Su Sguardi di Danza @corriereveneto

Cigni in cerca di autore, il Canto di Fabrizio Monteverde

Pare che il primo e l’ultimo confronto sia con la tradizione: la storia che ci genera, la sua grandezza, le regole che improntano i primi passi; ne consegue la naturale ribellione, il bisogno di rompere le forme, sentirne i limiti,

Cigni in cerca di autore, il Canto di Fabrizio Monteverde

Pare che il primo e l’ultimo confronto sia con la tradizione: la storia che ci genera, la sua grandezza, le regole che improntano i primi passi; ne consegue la naturale ribellione, il bisogno di rompere le forme, sentirne i limiti,