Posts Tagged: recensione danza

Bach: oscura e luminosa proiezione danzante

Un progetto su Bach, un progetto che stempera, sospende, amplifica le note virtuosistiche del compositore proiettandovi danza e scomposizione umana. Uno degli ultimi lavori di Aterballetto che torna, con il dittico di Bach Project, all’espressione più profonda, intima e viscerale della danza,

Bach: oscura e luminosa proiezione danzante

Un progetto su Bach, un progetto che stempera, sospende, amplifica le note virtuosistiche del compositore proiettandovi danza e scomposizione umana. Uno degli ultimi lavori di Aterballetto che torna, con il dittico di Bach Project, all’espressione più profonda, intima e viscerale della danza,

La Bisbetica Domata, il dominio dell’interpretazione sulla tecnica

Shakespeare. Come tradurre il wit del bardo in movimento danzato? Una letteratura dai rimaneggiati plot che trascende la storia per la caratterizzazione dei suoi personaggi; intrecci che continuano ad attrarre registi e coreografi; banchi di prova che scandagliano l’animo umano.

La Bisbetica Domata, il dominio dell’interpretazione sulla tecnica

Shakespeare. Come tradurre il wit del bardo in movimento danzato? Una letteratura dai rimaneggiati plot che trascende la storia per la caratterizzazione dei suoi personaggi; intrecci che continuano ad attrarre registi e coreografi; banchi di prova che scandagliano l’animo umano.

La danza nell’estate dei Gala

D’estate la danza vive di invasioni contemporanee e prestigiosi Gala. Esemplari in una sola settimana il Roberto Bolle and friends all’Arena di Verona (25 luglio) e Les Étoiles al Teatro La Fenice di Venezia (21 e 22 luglio). Due tra le più emozionanti realtà

La danza nell’estate dei Gala

D’estate la danza vive di invasioni contemporanee e prestigiosi Gala. Esemplari in una sola settimana il Roberto Bolle and friends all’Arena di Verona (25 luglio) e Les Étoiles al Teatro La Fenice di Venezia (21 e 22 luglio). Due tra le più emozionanti realtà

La reincarnazione Brodsky/Baryshnikov

Un topo che risale lungo la colonna vertebrale di una stufa. Immagine cupa, vivida, ironica della vita che trionfa dopo essersi trovata suo malgrado intrappolata, che trova una via di fuga, di espressione, di moto. È la voce a librarsi

La reincarnazione Brodsky/Baryshnikov

Un topo che risale lungo la colonna vertebrale di una stufa. Immagine cupa, vivida, ironica della vita che trionfa dopo essersi trovata suo malgrado intrappolata, che trova una via di fuga, di espressione, di moto. È la voce a librarsi

Le trame nascoste dell’urban dance

Coreografare, domare il movimento in una struttura scenica, un ring squadrato entro cui esprimere il flusso della vita, un cono di luce che circoscrive solo parzialmente il singolo focus. Sono in scena gli Hungry Sharks – compagnia austriaca di urban

Le trame nascoste dell’urban dance

Coreografare, domare il movimento in una struttura scenica, un ring squadrato entro cui esprimere il flusso della vita, un cono di luce che circoscrive solo parzialmente il singolo focus. Sono in scena gli Hungry Sharks – compagnia austriaca di urban

L’amore stregone incornicia Vicenza Danza

Una stregoneria, un amore che sconfina nella morte tra fuochi crepitanti e oscuri crepuscoli, mentre le note gitane avvolgono lo spettatore nel loro suadente e oscuro incantesimo. È l’Amore Stregone, El Amor Brujo di Victor Ullate, balletto pantomimico che chiude magicamente la rassegna Vicenza

L’amore stregone incornicia Vicenza Danza

Una stregoneria, un amore che sconfina nella morte tra fuochi crepitanti e oscuri crepuscoli, mentre le note gitane avvolgono lo spettatore nel loro suadente e oscuro incantesimo. È l’Amore Stregone, El Amor Brujo di Victor Ullate, balletto pantomimico che chiude magicamente la rassegna Vicenza

L’emozione del gesto, imperituro confine tra amore e morte

Ci sono coreografie immortali, che nascono da sapienza compositiva, traduzione musicale, coinvolgimento dello spettatore. Jiří Kylián e Maurice Béjart, due nomi che fanno innamorare chiunque alla danza, geni coreografici complessi, profondi, che restituiscono mondi attraverso un ginocchio piegato o un

L’emozione del gesto, imperituro confine tra amore e morte

Ci sono coreografie immortali, che nascono da sapienza compositiva, traduzione musicale, coinvolgimento dello spettatore. Jiří Kylián e Maurice Béjart, due nomi che fanno innamorare chiunque alla danza, geni coreografici complessi, profondi, che restituiscono mondi attraverso un ginocchio piegato o un