A Padova La città dei miti inaugura la rassegna Arti inferiori

XIX edizione per Arti inferiori, stagione teatrale che gioca sul presupposto dell’inferiorità dell’opera teatrale, qui simboleggiata dagli arti inferiori, la parte del corpo più lontana dalla mente razionale ma anche più vicina alla verità terrena. La rassegna continua a portare la contemporaneità pensante e sociale

A Padova La città dei miti inaugura la rassegna Arti inferiori

XIX edizione per Arti inferiori, stagione teatrale che gioca sul presupposto dell’inferiorità dell’opera teatrale, qui simboleggiata dagli arti inferiori, la parte del corpo più lontana dalla mente razionale ma anche più vicina alla verità terrena. La rassegna continua a portare la contemporaneità pensante e sociale

La Nona di Zappalà, da repertorio a sogno futuro

Sabato, 19 novembre 2022. Manca poco alla messa in scena de La Nona della Compagnia Zappalà Danza al Teatro Ristori di Verona, dove incontriamo il coreografo catanese Roberto Zappalà a sette anni dalla prima. Premio Danza&Danza 2015 come “Produzione Italiana dell’Anno”, lo

La Nona di Zappalà, da repertorio a sogno futuro

Sabato, 19 novembre 2022. Manca poco alla messa in scena de La Nona della Compagnia Zappalà Danza al Teatro Ristori di Verona, dove incontriamo il coreografo catanese Roberto Zappalà a sette anni dalla prima. Premio Danza&Danza 2015 come “Produzione Italiana dell’Anno”, lo

Rete Critica 2022 premia La città dei miti

«Per la maturità e la complessità di un progetto in grado di entrare nella vita, nelle sue pieghe più complesse e dolorose, in un lavoro di scrittura e attorialità che attualizza il senso del mito». Questa la motivazione del Premio Rete

Rete Critica 2022 premia La città dei miti

«Per la maturità e la complessità di un progetto in grado di entrare nella vita, nelle sue pieghe più complesse e dolorose, in un lavoro di scrittura e attorialità che attualizza il senso del mito». Questa la motivazione del Premio Rete

Classicizzare il moderno, la nuova stagione di Vicenza Danza

Sarà Cenerentola con il Nuovo Balletto di Toscana, per la coreografia e regia di Jiří Bubeníček, ad inaugurare, sabato 19 novembre 2022, la XXVI edizione di Vicenza Danza. Confermata Loredana Bernardi per la direzione del settore Danza, mentre la governance dei progetti di spettacolo

Classicizzare il moderno, la nuova stagione di Vicenza Danza

Sarà Cenerentola con il Nuovo Balletto di Toscana, per la coreografia e regia di Jiří Bubeníček, ad inaugurare, sabato 19 novembre 2022, la XXVI edizione di Vicenza Danza. Confermata Loredana Bernardi per la direzione del settore Danza, mentre la governance dei progetti di spettacolo

Tango e calzamaglia, la contemporaneità del San Carlo

Hans Van Manen e William Forsyhte, una sfida “contemporanea” per il corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretto da Clotilde Vayer con la sua lunga e variegata esperienza all’Opera di Parigi. La serata inizia con Five Tango’s di Hans Van Manen,

Tango e calzamaglia, la contemporaneità del San Carlo

Hans Van Manen e William Forsyhte, una sfida “contemporanea” per il corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretto da Clotilde Vayer con la sua lunga e variegata esperienza all’Opera di Parigi. La serata inizia con Five Tango’s di Hans Van Manen,

Reggio Emilia, una città ideale per danzare

Nuova tappa e nuova conquista per Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, oggi primo e unico Centro Coreografico Nazionale (CCN) in Italia. Un’orgogliosa occasione per festeggiare con Dance Week, tra ottobre e novembre 2022, che invitano la città ad ammirare l’ultima produzione, Double

Reggio Emilia, una città ideale per danzare

Nuova tappa e nuova conquista per Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, oggi primo e unico Centro Coreografico Nazionale (CCN) in Italia. Un’orgogliosa occasione per festeggiare con Dance Week, tra ottobre e novembre 2022, che invitano la città ad ammirare l’ultima produzione, Double

VeneziainDanza: gala, musica e amore

Riprende il festival VeneziainDanza 2022, giunto alla sua quattordicesima edizione grazie alla tenacia della direttrice artistica Michela Barasciutti. Ospitato nel prestigioso palcoscenico veneziano del Teatro Malibran, il festival prevede quest’anno tre proposte di grande prestigio, sempre dedicate alle eccellenze e ai giovani

VeneziainDanza: gala, musica e amore

Riprende il festival VeneziainDanza 2022, giunto alla sua quattordicesima edizione grazie alla tenacia della direttrice artistica Michela Barasciutti. Ospitato nel prestigioso palcoscenico veneziano del Teatro Malibran, il festival prevede quest’anno tre proposte di grande prestigio, sempre dedicate alle eccellenze e ai giovani

Quando le arti scivolano una nell’altra: il nuovo lato di Aterballetto

Double side, due lati simili su cui poter tracciare una coreografia, due lati che intrecciano la voce alla musica barocca e in cui Aterballetto fa danzare i suoi talentuosi ballerini. Due nuovi coreografi per questa prima assoluta inserita all’interno di

Quando le arti scivolano una nell’altra: il nuovo lato di Aterballetto

Double side, due lati simili su cui poter tracciare una coreografia, due lati che intrecciano la voce alla musica barocca e in cui Aterballetto fa danzare i suoi talentuosi ballerini. Due nuovi coreografi per questa prima assoluta inserita all’interno di

L’ironia di un totem vince il Premio Prospettiva Danza

Ototeman, di Sofia Galvan e Stefania Menestrina, è il progetto coreografico vincitore della tredicesima edizione del Premio Internazionale Prospettiva Danza Teatro 2022, così motivato: «Da un punto di vista coreografico Galvan/Menestrina hanno messo in pratica un uso dello spazio molto articolato così come

L’ironia di un totem vince il Premio Prospettiva Danza

Ototeman, di Sofia Galvan e Stefania Menestrina, è il progetto coreografico vincitore della tredicesima edizione del Premio Internazionale Prospettiva Danza Teatro 2022, così motivato: «Da un punto di vista coreografico Galvan/Menestrina hanno messo in pratica un uso dello spazio molto articolato così come

Dalla Carmen all’I-Ching: continua la rassegna gratuita Musikè

Torna, dopo la pausa estiva, la rassegna Musikè giunta alla sua undicesima edizione. Una rassegna, promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che abbraccia le diverse espressioni dello spettacolo, dalla musica al teatro e alla danza. Una pluralità

Dalla Carmen all’I-Ching: continua la rassegna gratuita Musikè

Torna, dopo la pausa estiva, la rassegna Musikè giunta alla sua undicesima edizione. Una rassegna, promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che abbraccia le diverse espressioni dello spettacolo, dalla musica al teatro e alla danza. Una pluralità