Le nuove occasioni di Pierrot Danza

È calato il sipario sulla dodicesima edizione del Pierrot Danza di Alessandra Micarelli, festival capitolino della danza sempre più credibile e seguito dagli appassionati e dai media italiani al Teatro Orione di Roma. Un successo evidentemente dettato dalla qualità delle

Le nuove occasioni di Pierrot Danza

È calato il sipario sulla dodicesima edizione del Pierrot Danza di Alessandra Micarelli, festival capitolino della danza sempre più credibile e seguito dagli appassionati e dai media italiani al Teatro Orione di Roma. Un successo evidentemente dettato dalla qualità delle

Padova fa la storia del festival del tango

Diciannovesima edizione per la Storia del Tango a Padova che vede la sua annuale espressione nell’atteso Padova Tango Festival, rassegna dedicata al tango argentino organizzata dal Cochabamba 444 tango club in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Historias – Storie il

Padova fa la storia del festival del tango

Diciannovesima edizione per la Storia del Tango a Padova che vede la sua annuale espressione nell’atteso Padova Tango Festival, rassegna dedicata al tango argentino organizzata dal Cochabamba 444 tango club in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Historias – Storie il

Un prezioso manuale sulla tecnica del Passo a Due

Tecnica di Passo a Due, un libro di alto livello per l’insegnamento nella specialità della danza, ora pubblicato in Spagnolo, Italiano e Inglese. Curato da René de Cárdenas, – maestro e coreografo, ex danzatore del Balletto Nazionale di Cuba –

Un prezioso manuale sulla tecnica del Passo a Due

Tecnica di Passo a Due, un libro di alto livello per l’insegnamento nella specialità della danza, ora pubblicato in Spagnolo, Italiano e Inglese. Curato da René de Cárdenas, – maestro e coreografo, ex danzatore del Balletto Nazionale di Cuba –

Ravello Festival omaggia il passato commissionando la ricerca

66esima edizione per il Ravello Festival che propone per il 2018 ventisei appuntamenti dal 30 giugno al 25 agosto. Un programma firmato da Alessio Vlad (musica), Maria Pia De Vito (jazz), Laura Valente (danza, tendenze, formazione, mostre e nuovi linguaggi)

Ravello Festival omaggia il passato commissionando la ricerca

66esima edizione per il Ravello Festival che propone per il 2018 ventisei appuntamenti dal 30 giugno al 25 agosto. Un programma firmato da Alessio Vlad (musica), Maria Pia De Vito (jazz), Laura Valente (danza, tendenze, formazione, mostre e nuovi linguaggi)

L’amore stregone incornicia Vicenza Danza

Una stregoneria, un amore che sconfina nella morte tra fuochi crepitanti e oscuri crepuscoli, mentre le note gitane avvolgono lo spettatore nel loro suadente e oscuro incantesimo. È l’Amore Stregone, El Amor Brujo di Victor Ullate, balletto pantomimico che chiude magicamente la rassegna Vicenza

L’amore stregone incornicia Vicenza Danza

Una stregoneria, un amore che sconfina nella morte tra fuochi crepitanti e oscuri crepuscoli, mentre le note gitane avvolgono lo spettatore nel loro suadente e oscuro incantesimo. È l’Amore Stregone, El Amor Brujo di Victor Ullate, balletto pantomimico che chiude magicamente la rassegna Vicenza

Visioni sul Corpo, la prospettiva patavina sulla danza

XX edizione per Prospettiva Danza Teatro che quest’anno si interroga sulle Visioni sul corpo, dal corpo tecnicamente addestrato al corpo ‘sociale’. L’edizione 2018 – a cura del Comune di Padova-Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche, promosso e realizzato in collaborazione con il Circuito

Visioni sul Corpo, la prospettiva patavina sulla danza

XX edizione per Prospettiva Danza Teatro che quest’anno si interroga sulle Visioni sul corpo, dal corpo tecnicamente addestrato al corpo ‘sociale’. L’edizione 2018 – a cura del Comune di Padova-Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche, promosso e realizzato in collaborazione con il Circuito

Fabbrica Europa XXV: 52 titoli, 96 repliche, 25 giorni di spettacolo

Venticinque anni di Fabbrica Europa vissuti non come una celebrazione, ma come anno zero per ripartire da un nuovo respiro di creatività, ricercato in un’essenza palpitante da ascoltare e catturare per carpirne la vitalità, il battito, il senso. Torna Fabbrica

Fabbrica Europa XXV: 52 titoli, 96 repliche, 25 giorni di spettacolo

Venticinque anni di Fabbrica Europa vissuti non come una celebrazione, ma come anno zero per ripartire da un nuovo respiro di creatività, ricercato in un’essenza palpitante da ascoltare e catturare per carpirne la vitalità, il battito, il senso. Torna Fabbrica